Leggendo Ora
Libera le arterie! Questo è il farmaco che abbassa i trigliceridi e il livello di colesterolo nel sangue
Pubblicità

Libera le arterie! Questo è il farmaco che abbassa i trigliceridi e il livello di colesterolo nel sangue

Scopri il farmaco che abbassa il colesterolo e i trigliceridi nel sangue

Lo sappiamo bene ormai, avere alti livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue non è bene per la salute. I grassi in circolo nelle arterie possono formare placche sulle pareti di queste ultime e alla lunga creare ostruzioni e quindi aumentare la possibilità di infarto e/o ictus.

Per diminuire i livelli di colesterolo e trigliceridi oggi però esistono dei medicinali. Uno di questi è la atorvastatina. La suo meccanismo d’azione è inibire l’enzima responsabile della sintesi del colesterolo.

Pubblicità

Scopri il farmaco che abbassa il colesterolo e i trigliceridi nel sangue

L’atorvastatina: che cos’è

L’atorvastatina è un farmaco della famiglia delle statine. Si tratta di medicinali largamente usati per abbassare il colesterolo e quindi per prevenire le malattie cardiovascolari.

Abbassare, ma non eliminare, perché, ricordiamolo, entro livelli normali il colesterolo è indispensabile alla sintesi di molti ormoni, il che vuol dire che è indispensabile alla vita.

L’atorvastatina, insieme a una dieta equilibrata, aiuta ad abbassare il colesterolo “cattivo” (LDL) e i trigliceridi e ad aumentare i livelli del colesterolo “buono” (quello HDL).

Possibili effetti collaterali

Come con ogni altro medicinale, quando il dottore prescrive le statine vuol dire che giudica i vantaggi di queste ultime maggiori dei possibili effetti collaterali.

Quanto a questi svantaggi – o appunto gli effetti collaterali – in un numero molto piccolo di casi si possono avere problemi di memoria o stati confusionali: se accade, consultate subito il vostro medico.

In rari casi, poi, le statine possono peggiorare il diabete. E sempre in rari casi possono anche portare a problemi muscolari, che talvolta possono sfociare in una condizione chiamata rabdomiolisi o in una miopatia autoimmune.

Pubblicità

In particolare è necessario avvertire subito il proprio medico se anche dopo che è stata sospesa la terapia con atorvastatina si notano debolezza e/o dolori muscolari o un cambio nella quantità dell’urina durante la minzione (segno di eventuali problemi renali).

Raramente, la atorvastatina può anche dare problemi di fegato: se notate ingiallimento della pelle e degli occhi, urine scure, forti dolori di stomaco o nausea, chiamate subito il dottore.

Molto rare, infine, le razioni allergiche, ma se si notano sfoghi, giramenti di testa, prurito, gonfiore della faccia o della lingua, difficoltà respiratorie, si deve subito chiamare il proprio medico.

È bene sottolineare, però, che questi possibili effetti collaterali sono molto rari e che di solito i vantaggi dell’assumere le statine superano di gran lunga questi possibili effetti negativi.

Articolo revisionato da Maria Di Bianco, dottoressa in scienze dell’alimentazione e della nutrizione umana.

 

 

Qual è la tua reazione?
Divertito
0
Entusiasta
1
Felice
0
Incerto
0
Innamorato
0
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su