Leggendo Ora
La migliore farina per la pizza si trova alla Coop e costa solo 0.99 centesimi!
Pubblicità

La migliore farina per la pizza si trova alla Coop e costa solo 0.99 centesimi!

La migliore farina per la pizza si trova alla Coop e costa solo 0.99 centesimi!

Forse ti sarà capitato di provare a preparare la pizza in casa e di ottenere un risultato non proprio all’altezza.

Spesso lo sbaglio sta nella scelta della farina. Può sembrare un dettaglio irrilevante, ma non lo è affatto.

Pubblicità

Vuoi una pizza soffice, croccante, saporita? La rivista Altroconsumo ti può venire in aiuto, perché ha stilato una classifica delle migliori farine per la pizza in base ai risultati di precise analisi di laboratorio.

La migliore farina per la pizza si trova alla Coop e costa solo 0.99 centesimi!

Diciamo subito che al primo posto di questa particolare graduatoria si è piazzata, secondo Altroconsumo, la farina Coop Manitoba (tipo zero), che viene venduta a un prezzo medio di 0,99 centesimi la confezione.

Detto del primo posto, ricordiamo solo le farine che occupano gli altri due gradini del podio: si tratta della farina Caputopizzeria, farina di grano tenero (tipo doppio zero) che si vende a un prezzo medio di 1,32 euro a confezione, e della farina Almaverde bio, farina biologica di tipo zero che viene venduta a un prezzo medio di 1,76 euro.

Come scegliere la farina per la pizza?

Per decidere quale sia la farina giusta per una buona pizza, dobbiamo sapere innanzitutto il suo grado di forza.

La forza di una farina ne indica il contenuto di glutine. Maggiore è il contenuto di glutine, maggiore è l’elasticità e la morbidezza dell’impasto.

Una farina “forte” contiene una maggiore quantità di glutine, dà maggiore consistenza all’impasto, è ottima in pasticceria.

Pubblicità

Una farina con poca forza contiene meno glutine, conferisce minore consistenza all’impasto ed è ottima per biscotti e crêpes.

L’altro criterio chiave è la macinazione, che indica quanto è stato macinato il chicco del cereale per ottenere la farina. Si misura in valori compresi tra doppio zero e uno.

La doppio zero ha il più alto livello di macinatura: è molto fine e si usa soprattutto per pasta e dolci.

La zero è leggermente più densa, ottima per il pane, ma anche per la pizza.

Farine 1 e 2: sono le meno raffinate, ma anche le più nutrienti.

 

Pubblicità

Articolo revisionato da Maria Di Bianco, Dottoressa in Scienze dell’Alimentazione e della Nutrizione Umana.

 

Qual è la tua reazione?
Divertito
0
Entusiasta
1
Felice
0
Incerto
0
Innamorato
0
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su