Leggendo Ora
Calamari e gamberi gratinati al forno: buonissimi e leggeri!
Pubblicità

Calamari e gamberi gratinati al forno: buonissimi e leggeri!

Il gratin di gamberi e calamari è un secondo goloso, invitante e saporito, ma facilissimo da realizzare. Per riuscire ad ottenere un piatto davvero perfetto, dovrete realizzare una panatura particolare a base di pangrattato, non troppo fine, parmigiano, limone e spezie. Ma procediamo per gradi. Come primissima cosa, procuratevi solo pesce freschissimo o surgelato, ma di elevata qualità per assicurarvi un pieno di gusto e di benessere.

E poi? Mettetevi al lavoro, noi iniziamo!

Gratin di gamberi e calamari al forno: facilissimo e d’effetto!

Pubblicità

Gratin di gamberi e calamari: ingredienti e preparazione


Per questa ricetta procuratevi:

  • granella di pistacchi, 40 g
  • limone biologico, 1 solo la scorza
  • pangrattato, non troppo fine, 3 cucchiai
  • parmigiano reggiano, 20 g
  • prezzemolo, q.b.
  • olio extravergine d’oliva, q.b.
  • calamari, 1 kg
  • gamberi, gamberoni o mazzancolle, 500 g
  • sale, q.b.
  • pepe, q.b.

Preriscaldate il forno a 180°. Foderate con la carta apposita la leccarda oppure una teglia in ceramica.

Sciacquate i calamari sotto al getto del rubinetto: separate con delicatezza corpo e tentacoli, quindi rimuovete le interiora, le pinne, la pelle esterna e la penna di cartilagine interna.

Ora lavateli nuovamente, e riduceteli a rondelle di ½ centimetro. Asciugateli benissimo. Questa operazione è davvero importante se volete ottenere una croccantezza superlativa, senza compromettere la carnosità del pesce. Tamponate l’umidità residua che comprometterebbe il risultato con la carta assorbente, più e più volte.

Occupatevi ora dei gamberi: eliminate testa e carapace, lasciando intatta la coda, quindi pulite l’intestino servendovi di uno stuzzicadenti.

Tenete tutto a portata di mano.

Grattugiate la scorza del limone in una ciotola, quindi versate anche il prezzemolo tritato con la mezzaluna, la granella di pistacchi, il parmigiano reggiano e il pangrattato. Aggiustate pepe e sale, mescolate bene per uniformare.

Pubblicità

Sistemate il pesce sulla placca o nella pirofila, oliatelo leggermente e cospargetelo con la panatura. In ultimo distribuite ancora un cucchiaio di olio.

Infornate per 20 minuti sul ripiano centrale.

Sfornate e impiattate il vostro gratin. Sarà un successo!

Buon appetito!

Qual è la tua reazione?
Divertito
1
Entusiasta
0
Felice
1
Incerto
0
Innamorato
1
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su