Leggendo Ora
Massima allerta cereali: rischio intossicazione. Ecco i lotti ritirati
Pubblicità

Massima allerta cereali: rischio intossicazione. Ecco i lotti ritirati

È massima l’allerta diramata dal Ministero della Salute in data 26 maggio scorso. Nel mirino un lotto di cornflakes, presenti in una notissima e frequentatissima catena alimentare, subito ritirati dagli scaffali.

Il motivi? Sospetta presenza di tracce di aflatossina. Vediamo di capirci di più, iniziando proprio da qui, dall’elemento incriminato. Si tratta di una sostanza prodotta da alcuni miceti (funghi) proprio su mais, riso, frutta a guscio come noci e mandorle, fichi, spezie, cacao e latte. È inodore e insapore, quindi pericolosissima perché non riscontrabile empiricamente. Ad oggi sono stati individuati 17 tipi di aflatossine, ma sono 5 sono tossiche, la B1, B2, G1, G2 e M1. La loro pericolosità è tale da renderle in grado di attaccare il DNA e le proteine del nucleo cellulare, con effetti deflagranti sul sistema immunitario. Un’intossicazione alimentare può causare danni gravissimi. Solo un immediato ricovero ospedaliero può salvare la vita a chi accidentalmente le inala o le assume.

Ecco perché si vuole andare a fondo sulla questione, per individuare meglio l’eventuale criticità.

Pubblicità

Massima allerta per cereali ritirati dagli scaffali: il lotto incriminato

La nota del Ministero si riferisce ai Cornflakes di mais da agricoltura biologica del marchio Crownfiel, commercializzato dalla Lidl Stiftung. Il peso è di 375 grammi con scadenza 29/05/2023, 30/0/2023 e 04/06/2023. I lotti sono stati immediatamente bloccati, con preghiera a chiunque li avesse acquistati di NON consumarli e di riportare la confezione al supermercato di riferimento per una sostituzione gratuita, anche in mancanza di scontrino.

La produzione è avvenuta in Germania nello stabilimento di Nordgetreide GmbH Co. KG presso la sede in MAcklenbruger Str. 202 23568 Lübeck.

Con ogni probabilità, è stata l’azienda stessa ad avvisare il RASFF (Rapid Alert System for Food and Feed, sistema di allerta rapido per alimenti e mangimi), richiedendo la sospensione fino all’ottenimento dei riscontri, proprio a tutela dei consumatori.

Se siete avvezze fare la spesa alla Lidl, controllate con attenzione di non averli comprati.

Qual è la tua reazione?
Divertito
0
Entusiasta
1
Felice
0
Incerto
0
Innamorato
0
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su