Leggendo Ora
Carciofo: mangialo così per bruciare i grassi e abbassare colesterolo e glicemia!
Pubblicità

Carciofo: mangialo così per bruciare i grassi e abbassare colesterolo e glicemia!

Carciofo: mangialo così per bruciare i grassi e abbassare colesterolo e glicemia!

Il carciofo contiene molta acqua e fibre, ovvero l’optimum per raggiungere e mantenere il peso forma. Chiaro però che da solo non fa miracoli: va inserito in una dieta equilibrata e accompagnata da regolare esercizio fisico.

Pubblicità

Carciofo: mangialo così per bruciare i grassi e abbassare colesterolo e glicemia!

Dal punto di vista di calorie e nutrienti, la “carta di identità” del carciofo è la seguente (sono valori medi):

  • Calorie: 44
  • Proteine: 2,3 grammi
  • Fibra: 2 g.
  • Fosforo: 130 milligrammi
  • Potassio: 430 mg.
  • Sodio: 47 mg.
  • Calcio: 45 mg.

Quali sono i benefici del carciofo per la salute?

  • aiuta a tenere bassa la glicemia
  • combatte stipsi e diarrea
  • allevia bruciore di stomaco e pancia gonfia
  • aiuta a raggiungere prima il senso di sazietà
  • regola colesterolo e trigliceridi
  • i flavonoidi che contiene possono agire contro le malattie cardiache
  • aiuta contro la ritenzione idrica e le tossine
  • previene artrite, gotta e malattie di fegato

Carciofo: ecco come va consumato per bruciare il grasso

Gli specialisti consigliano di consumarlo di frequente e lo si può assumere in almeno tre modi.

1. Come infuso

  1. Si lava il carciofo e per evitare che scurisca lo si bagna con del succo di limone.
  2. Si separano le foglie dal cuore.
  3. Si lessano le foglie per 20 minuti.
  4. Si prende l’infuso subito oppure lo si può conservare fino a 3 giorni.

Chiaro che si può aggiungere del succo di limone per migliorare un po’ il gusto.

2. Frullato di carciofi

  1. Si cuoce il carciofo e, una volta morbido, lo si toglie dall’acqua.
  2. Quest’ultima non va buttata via.
  3. Mischiamo il carciofo con due fette di ananas e quattro mandorle in un frullatore.
  4. Quando il frullato è pronto, aggiungiamo il succo di mezzo limone e l’acqua rimasta dopo la cottura.

3. Una purea di carciofi

  • Si fa cuocere il carciofo in acqua.
  • All’acqua di cottura si aggiungono pepe di caienna e zenzero.
  • Adesso si frulla il carciofo assieme all’acqua fino a ottenere una purea.

Buona salute col carciofo!

Articolo revisionato da Maria Di Bianco, Dottoressa in Scienze dell’Alimentazione e della Nutrizione Umana.

 

 

Pubblicità

 

Qual è la tua reazione?
Divertito
0
Entusiasta
1
Felice
0
Incerto
1
Innamorato
1
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su