Leggendo Ora
Vitamina D: il trucco della nutrizionista per ottenere la dose giornaliera consigliata!
Pubblicità

Vitamina D: il trucco della nutrizionista per ottenere la dose giornaliera consigliata!

Vitamina D: il trucco della nutrizionista per ottenere la dose giornaliera consigliata!

Pare proprio che una nutrizionista australiana abbia trovato un modo pratico e rapido per procurarci la nostra dose quotidiana di vitamina D. Si tratta di un “trucco” relativamente semplice, perché in buona sostanza si risolve nel ricavarla dai funghi.

Pubblicità

Vitamina D: il trucco della nutrizionista per ottenere la dose giornaliera consigliata!

Come s’è detto sopra, questo modo piuttosto semplice di procurarci la nostra quotidiana vitamina D è opera di una nutrizionista che vive “down under”. Lei si chiama Laura Ford, vive a Melbourn) e ha spiagato al mondo la sua idea con un video su Tik Tok.

Nello specifico, ha spiegato che il trucco consiste, in buona sostanza, nello sfruttare per il nostro benesser il modo in cui certi funghi sintetizzano la vitamina D attraverso l’azione della luce solare.

Secondo la Ford, per riuscire a far salire i livelli di vitamina D nell’organismo umano fino a 100, bisogna prima esporre 100 grammi di funghi al sole per un quarto d’ora. Dopodiché, è naturale, vanno cotti e mangiati.

Grazie a questa esposizione alla luce del sole i funghi producono la vitamina D2, che non si trova negli alimenti di origine animale, perché questi contengono invece la D3. Non solo: il vantaggio di questo metodo consisterebbe anche nel fatto che questa particolare forma di vitamina D rimarrebbe disponibile all’organismo anche dopo la cottura (addirittura al 90 per cento).

In altre parole, esponendo i funghi al sole si replica il medesimo processo che si ha quando noi stessi ci esponiamo al sole: è la luce solare che stimola la produzione di vitamina D3 e la converte in calciferolo, che è 50-100 volte più attivo della vitamina D3.

Ma non ci sono solo i funghi

In mancanza di funghi, ricordate che gli alimenti più ricchi di vitamina D sono: il fegato, il pesce (salmone, aringa, sardina), l’olio di pesce e il tuorlo d’uovo.

See Also

Pubblicità

Articolo revisionato da Maria Di Bianco, Dottoressa in Scienze dell’Alimentazione e della Nutrizione Umana.

 

 

 

Qual è la tua reazione?
Divertito
0
Entusiasta
3
Felice
0
Incerto
1
Innamorato
1
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su