Leggendo Ora
Spaghetti: il nuovo test italiano esclude il glifosato, ma boccia 2 marchi famosi per sostanze tossiche. I risultati de Il Salvagente

Spaghetti: il nuovo test italiano esclude il glifosato, ma boccia 2 marchi famosi per sostanze tossiche. I risultati de Il Salvagente

Spaghetti: il nuovo test italiano esclude il glifosato, ma boccia 2 marchi famosi per sostanze tossiche. I risultati de Il Salvagente.

L’anno inizia con il botto per quanto riguarda le nuove ricerche in campo alimentare. Il Salvagente ha analizzato 20 marchi differenti di spaghetti per testare la presenza di glifosato e sostanze tossiche.

Ottime notizie per quanto riguarda i pesticidi: nessuna referenza risulta contaminata. In breve, il tanto temuto e contestato glifosato è stato finalmente isolato e il cibo che ingeriamo risulta decisamente migliorato. Ma alcuni aspetti dubbi in alcuni prodotti hanno destato parecchie preoccupazioni presso gli studiosi. Si tratta del Don e della furosina.

Vediamo insieme cosa portiamo in tavola veramente!

Pubblicità

Spaghetti: il nuovo test italiano esclude il glifosato, ma boccia 2 marchi famosi per sostanze tossiche. I risultati de Il Salvagente.

Spaghetti: il nuovo test italiano esclude il glifosato, ma boccia 2 marchi famosi per sostanze tossiche. I risultati de Il Salvagente.

Il Salvagente ha selezionato 20 differenti marche di spaghetti, affidando le analisi a 3 diversi laboratori per incrociare i dati tra loro ed escludere completamente la presenza di pesticidi, glifosato, micotossine.

Nel dettaglio è stata testata:

  • l’origine del grano,
  • l’assenza di pesticidi, glifosato, micotossina Don, furosina (derivante dall’essiccazione industriale),
  • tempi e resa in cottura, nonché prova di assaggio.

La prima risultanza emersa vede l’esclusione del glifosato in tutti i prodotti. Questo, però, come precisa Il Salvagente, non significa che la pasta analizzata sia esente dalla contaminazione di altri pesticidi. 4 campioni presentano tracce di piperonil butossido, un insetticida non ancora regolamentato dalle normative europee. Non solo. In quantità ben inferiori rispetto ai limiti di legge, sono persenti anche cypermethrin, piretroide, pirimiphos methyl, tutte sostanze genotossiche che sarebbe opportuno limitare anche in percentuali infinitesimali come quelle rilevate dai laboratori.

Se, comunque, questo aspetto risulta marginale in quanto a tutela della salute dei consumatori, diversa è la posizione da adottare nei confronti di Don e furosina.

Il primo è una micotossina che potrebbe provocare problemi gastroenterici particolarmente ai più piccoli, nei confronti dei quali è stato posto un limite tutelante (200 mcg/kg) assai inferiore rispetto a quello posto per gli adulti (750 mcg/kg). E gli spaghetti Combino della Lidl risultano superarlo.

Nulla di irregolare, a ben guardare, ma Il Salvagente sconsiglia di farli assumere ai bambini, relegandoli ad un consumo per soli adulti.

Pubblicità

La seconda, la furosina, è un contaminante derivato dall’essiccazione del grano a temperature superiori ai 50°. In breve, è il risultato di un danno termico subito dal prodotto finale. In caso di essiccazione lenta, infatti, non si sviluppa. Nessun regolamento stabilisce livelli massimi di concentrazione, attualmente, ma si sospetta una sua possibile tossicità.

In base a queste risultanze, Il Salvagente promuove 17 marchi, ma ne boccia 3. Ecco quali:

  • Esselunga: Furosina 254 (mg/100 g), Don (mcg/kg) 45 – VOTO: Mediocre, Prova organolettica: Media
  • Carrefour Classic: Furosina 235 (mg/100 g), Don (mcg/kg): inferiore a 40 – VOTO: Mediocre, Prova organolettica: Media
  • Combino Lidl: Don (mcg/kg) 291, Piperonyl butoxide 0,031 – VOTO: Eccellente, Prova organolettica: Media

 

 

Qual è la tua reazione?
Divertito
0
Entusiasta
0
Felice
0
Incerto
0
Innamorato
0
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su