Leggendo Ora
Solo 2 porzioni a settimana! Abbassa la glicemia e riduce il colesterolo
Pubblicità

Solo 2 porzioni a settimana! Abbassa la glicemia e riduce il colesterolo

Con due porzioni a settimana riduci il colesterolo e la glicemia!

Cavolfiore. È un ortaggio prezioso per la salute. Fornisce molti nutrienti, ma soprattutto è ricco di fibra, che migliora il transito intestinale e abbassa il picco glicemico.

Pubblicità

Con due porzioni a settimana riduci il colesterolo e la glicemia!

Se ti piace mangiare il cavolfiore, sappi dunque che fai benissimo. Se però se di quelli che non amano molto il sapore di questa verdura, considera che contiene buone quantità di vitamine del gruppo B (B1, B2, B3, B6 e acido folico), C, K ed E.

Migliora la salute delle arterie

La vitamina K, in particolare, ha proprietà antinfiammatorie che fanno bene alla circolazione. Tra l’altro aiuta a impedire l’accumulo di grassi nel sangue, ciò che potrebbe a lungo termine dare seri problemi alle arterie.

È ricco di fibra

Come s’è accennato, il cavolfiore è ricco di fibra, il che è assai utile per la digestione e per liberare l’organismo dalle tossine. Il sulforafano che contiene, in particolare, può proteggere l’epitelio dello stomaco e lo rende più resistente.

A queste qualità si può aggiungere l’efficacia antinfiammatoria del kaempferolo, che per l’appunto è un potente antinfiammatorio.

Non solo. Il cavolfiore è anche una buona fonte di proteine vegetali e di sali minerali come calcio, magnesio, fosforo, potassio e manganese. In compenso non contiene quasi grassi e apporta quantità significative di omega 3.

In definitiva, si pensa che bisognerebbe mangiarlo almeno tre volte a settimana per fare un pieno di tutte le sue sostanza benefiche.

Aiuta a combattere i danni causati dal sole

S’è detto del sulforafano e delle sue qualità antinfiammatorie: si può aggiungere che può anche proteggere la pelle dai danni provocati dall’esposizione al sole.

Pubblicità

Aiuta a combattere alcuni disturbi neuro-degenerativi

Un altro buon motivo per consumare il cavolfiore è che aiuta il cervello a porre rimedio ai danni alle cellule nervose provocati da alcuni processi infiammatori. In altri termini, una dieta in cui sia presente il cavolfiore è meno suscettibile di facilitare l’insorgenza di Alzheimer o Parkinson.

Aiuta a controllare il colesterolo e la pressione alta

Grazie alle sue qualità antiossidanti e antinfiammatorie, il cavolfiore può contribuire alla salute delle arterie. In particolare gli Omega 3 e la fibra possono far calare il colesterolo “cattivo”.

Articolo revisionato da Maria Di Bianco, Dottoressa in Scienze dell’Alimentazione e della Nutrizione Umana.

 

Qual è la tua reazione?
Divertito
2
Entusiasta
2
Felice
1
Incerto
1
Innamorato
0
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su