Leggendo Ora
Non gettate la buccia d’arancia: ecco 3 modi per riutilizzarla!
Pubblicità

Non gettate la buccia d’arancia: ecco 3 modi per riutilizzarla!

Non gettate la buccia d’arancia, per carità! Fate un bel respiro e datevi il tempo di leggere questi consigli!

Il frutto, lo sapete bene, vi ricarica di energia, ricco com’è di vitamina C, ma forse non siete al corrente che anche la sua scorza è fonte di proprietà benefiche, oltre ad emanare un profumo frizzante e fresco. Allora perché destinarla alla spazzatura, quando esistono almeno 3 modi possibili per riutilizzarla? Pronte? Approfondiamo!

Non gettate

Pubblicità

Non gettate la buccia d’arancia: utilizzatela come maschera

La vitamina C dell’arancia non è solo assumibile tramite ingestione, rientra anche tra i micronutrienti veicolati per osmosi dall’esterno. I benefici che apporta all’organismo dal suo interno, fino al suo rivestimento epiteliale e pilifero, sono davvero innumerevoli. Ridona elasticità ai tessuti, li mantiene giovani e tonici, assicura una carica energetica duratura, conferisce luminosità a pelle e capelli. Approfittatene allora e utilizzate le bucce, che ne contengono in quantità, per realizzare una maschera rinforzante e rigenerante. Procuratevi:

  • olio di ricino,
  • bucce d’arancia,
  • ciotola.

Frullate le scorze in un mixer, trasferitele nel recipiente e unite anche l’olio di ricino. Amalgamate perfettamente fino ad ottenere un composto omogeneo, quindi applicatelo sulla chioma bagnata. Lasciate agire per un’ora almeno, quindi sciacquate. Sarete splendide!

Detergente da cucina con la scorza

Perché spendere inutilmente denaro per comprare i detergenti per la cucina, quando potete realizzarne uno con il fai da te, utilizzando proprio la buccia d’agrume. Antisettico, disinfettante e dal PH acido, il vostro nuovo preparato, vi assicurerà igiene e profumo in ogni ambiente. Procuratevi:

  • scorze di 2 arance,
  • aceto di vino bianco, 250 ml
  • contenitore con spray vuoto, 1 (riutilizzate quello del detersivo appena terminato per un riciclo perfetto, ma prima lavatelo a fondo!).

Inserite le scorze nel contenitore, unite l’aceto e servitevi del liquido ottenuto per detergere fornelli, ripiani e mobili. Per lo sporco ostinato e le incrostazioni, utilizzate la buccia d’arancia intrisa d’aceto al posto della spugnetta abrasiva: ogni superficie sarà nuovamente immacolata!

See Also

non gettate

Pubblicità

Deodorante per ambiente

Gli agrumi profumano di buono: emanano fragranze calde e accoglienti ovunque, rigenerando l’ambiente circostante. Perché non approfittare delle bucce d’arancia per preparare un deodorante per la casa? Fatele essiccare al sole, quindi inseritele in tanti piccoli sacchetti di cotone con chiodi di garofano, anice stellato, cannella e distribuiteli nelle varie stanze, possibilmente vicino alle fonti di calore, oppure negli armadi e nei cassetti. Godrete così di tutta la freschezza di questo meraviglioso frutto! 

 

Qual è la tua reazione?
Divertito
0
Entusiasta
1
Felice
1
Incerto
0
Innamorato
0
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su