Leggendo Ora
Le patatine surgelate: Note marche contengono pesticidi e acrilammide. I risultati del test
Pubblicità

Le patatine surgelate: Note marche contengono pesticidi e acrilammide. I risultati del test

Le patatine surgelate sono comodissime, è vero, ma visti i risultati della ricerca condotta da Il Salvagente, meglio sarebbe cucinarle a partire dal prodotto fresco, scegliendo anche un olio di qualità per friggerle. Perché? Il motivo non è da poco: sono state riscontrate tracce di pesticidi o acrilammide!

12 sono i tipi di patatine testate, tutte referenze molto note sul mercato nazionali:

  • Carrefour – Patatine fritte a fiammifero
  • Conad
  • Coop – Prefritte surgelate
  • Esselunga
  • Eurospin
  • Findus – Pat bon
  • Lidl – Harvest basket
  • McCain – Supercroccanti
  • MD – Le specialità di Beppe
  • Pam – Senza glutine
  • Pizzoli – Patasnella
  • Todis – Bontà dell’orto

Di queste, noti marchi non superano il test di cottura e risultano crude; si tratta di:

Pubblicità
  • Findus
  • Lidl
  • Pam
  • Todis

Vero è che in un precedente test condotto in Francia, le patatine della Lidl risultavano le migliori, ma il focus, in quel caso, era concentrato sulla semplicità del prodotto: era l’unico a contenere solo gli ingredienti necessari, ovvero patatine e olio di semi di girasole.

Cos’altro è emerso?

Curiose di saperne di più? Iniziamo!

Le patatine surgelate in commercio contengono pesticidi e acrilammide. I risultati del test

Per quanto riguarda l’acrilammide (una sostanza mutogena e tossica che si sviluppa inseguito alla cottura a temperature superiori ai 120° di sostanze contenenti amido), i risultati sono variegati. La forchetta è ampia, tanto che si parte da un 71 per arrivare a un 473 microgrammi per chilo (Conad).

In ogni caso, può tranquillizzare il fatto che i limiti imposti dall’Efsa sono rispettati (500 mcg/kg), resta comunque importante evitare un elemento potenzialmente genotossico, anche per scongiurare il possibile effetto cocktail.

Per contenere il più possibile la presenza di questa molecola, il suggerimento è quello di cuocere le patatine in forno, monitorando la temperatura. Evitate, quindi, il più possibile di friggerle per non sottoporle a uno shock termico eccessivo.

Pubblicità

Per fortuna, dai laboratori non emerge la contaminazione di pesticidi nelle patatine analizzate, solo Coop e MD contengono microparticelle di fitofarmaci, ma sotto i livelli minimi imposti dalla normativa.

Per quanto riguarda ingredienti indesiderati, Il Salvagente specifica che Carrefour contiene destrosio, difosfati, carbonato di sodio, agenti lievitanti, estratto di lievito.

Il destrosio e altri fosfati sono presenti anche in altri marchi (come ad esempio MD e Esselunga) proprio perché utili a mantenere la forma a fiammifero perfetta che ci aspettiamo di trovare.

Insomma, sarebbe opportuno evitare di consumare questo genere di prodotto proprio perché non esattamente genuino e salutare.

Mettiamoci ai fornelli e iniziamo a pelare le nostre belle patate fresche, ne guadagneremo in gusto e benessere!

 

Qual è la tua reazione?
Divertito
1
Entusiasta
3
Felice
2
Incerto
5
Innamorato
0
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su