Leggendo Ora
La pizza di scarola alla napoletana: provala, è ‘na meraviglia!
Pubblicità

La pizza di scarola alla napoletana: provala, è ‘na meraviglia!

pizza di scarola

La pizza di scarola alla napoletana: provala, è una bontà!

La pizza di scarola alla napoletana. La pizza di scarola alla napoletana è uno dei piatti tradizionali della gastronomia vesuviana.

pizza di scarola

Pubblicità

Si tratta di una versione, diciamo così, “vegetariana” della pizza, che si fa con la scarola stufata, i pinoli, l’uva passa, l’olio extravergine e le acciughe.

Magari poco conosciuta fuori dalla Campania, è una ricetta che merita, appetitosa e fragrante, ottima per una serata in compagnia degli amici più cari o semplicemente per far sapere ai nostri famigliari che vogliamo trattarli bene.

Ma veniamo alla ricetta.

La pizza di scarola alla napoletana: provala, è ‘na meraviglia!

Gli ingredienti

Ci serviranno: mezzo chilo di impasto per la pizza (anche preconfezionato, se andiamo di fretta); 100 grammi di strutto; 800 grammi di scarola; una cucchiaiata di pinoli; una cucchiaiata di uva passa; una cucchiaiata di capperi; un etto di alici (acciughe); 100 grammi di olive (se possibile, di Gaeta); un decilitro di olio extravergine; quanto basta di sale.

La preparazione

La prima cosa è ammollare l’uva passa in una boule con dell’acqua fredda; poi si snocciolano le olive e si ammollano i capperi per dissalarli: dato che sono pochi, li potete anche mettere in un colino e sciacquarli sotto il rubinetto. Quindi si lavora la pasta con lo strutto e un pizzico di sale.

Adesso occorre mondare la scarola eliminando le foglie più esterne, poi si sciacqua e si scotta per alcuni minuti nell’acqua bollente, dopodiché si strizza con cura.

Ora si versano quattro cucchiai di olio in una padella, si aggiungono le acciughe fatte a pezzettini, le olive, i capperi, i pinoli e si fa andare tutto quanto a fiamma bassa fino a che le acciughe non si disfano, dopodiché si aggiunge pure la scarola e si fa andare ancora per dieci minuti.

Pubblicità

A questo punto si prende la pasta e si divide in due parti, una più grande dell’altra. La maggiore si stende sul fondo di una teglia (che avrai unto) del diametro di circa venti centimetri: dovrà coprire anche i bordi.

Questa base si bagna con un filo d’olio e poi ci si adagiano sopra la scarola (e i capperi, pinoli e acciughe) e l’uva passa (strizzata), lasciando riposare quindi per un quarto d’ora.

Adesso non rimane che ricoprire questa farcitura col disco di pasta più piccolo, sigillare i bordi e mettere tutto quanto nel forno a 220 gradi per una mezzora.

Buon appetito!

 

Qual è la tua reazione?
Divertito
3
Entusiasta
13
Felice
3
Incerto
2
Innamorato
3
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su