Leggendo Ora
Gattò di patate e funghi: un classico delizioso e rivisitato
Pubblicità

Gattò di patate e funghi: un classico delizioso e rivisitato

Gattò di patate e funghi: un classico della Campania, rivisitato

Gattò di patate e funghi: un classico campano. Il gattò di patate e funghi di cui trovi la ricetta qui appresso è una rivisitazione del classico “gateau” di patate così caro alla gastronomia partenopea e campana in generale.

Pubblicità

Come tutti i classici, si presta a un sacco di reinterpretazioni, come appunto quella che segue. Qui l’elemento di stagione sono i funghi, nel nostro caso degli champignon, ma è chiaro che possono andare bene anche i porcini o i funghi misti che si trovano al mercato di questi tempi.

Gattò di patate e funghi: un classico delizioso e rivisitato

Vediamo la ricetta.

Gli ingredienti

Ci occorrono: un chilo di patate; 300 grammi di funghi misti; 150 grammi di scamorza; 80 grammi di parmigiano reggiano; un uovo; uno spicchio d’aglio; due cucchiai di olio extravergine; 50 grammi di burro; sale q.b.; pan grattato quanto basta.

La preparazione

Si comincia lessando le patate per una quarantina di minuti, intere e con tutta la buccia.

Una volta che le patate si sono ammorbidite, si puliscono i funghi. Si farà levando la parte finale del gambo e poi spazzolandoli con uno spazzolino da denti fino a eliminare tutti gli eventuali residui di terra e foglie, dopodiché li si taglia a fettine.

Adesso si prende una padella, si bagna con un filo d’olio e ci si mettono a soffriggere l’aglio scamiciato e i funghi, facendo saltare il tutto a fiamma allegra per un quattro o cinque minuti. Poi si aggiusta di sale e pepe e si spegne il fornello.

Ora si recuperano le patate, ancora calde: si pelano e poi si schiacciano con uno schiacciapatate. Uniamo il burro a tocchetti, il sale e il pepe e mescoliamo ben bene per far sciogliere il burro, dopodiché si aggiungono il parmigiano e l’uovo, che vanno incorporati con le patate fino a una consistenza omogenea.

Pubblicità

Adesso si prende una teglia da forno (una pirofila), si unge con del burro e si spolvera col pan grattato. Dopodiché ci si versa dentro il composto di patate, spianandolo per bene col dorso di un cucchiaio. Sopra ci sistemiamo anche un po’ di funghi, se volete guarnire con dei funghi tenetene da parte un po’.

Ora si taglia la scamorza a fettine e queste si dispongono sui funghi. Due o tre fettine si mettono da parte per la guarnizione.

Ora versate sopra la scamorza il resto dell’impasto di patate e rifinite con la scamorza a julienne.

Ora non rimane che cuocere il nostro gattò nel forno già caldo a 200 gradi, statico, per circa una quarantina di minuti. Verso la fine si accende il grill per la gratinatura, che forse è la parte più sfiziosa della ricetta.

Si deve far riposare un dieci minuti prima di portarlo in tavola.

Buon appetito!

 

Pubblicità

 

Qual è la tua reazione?
Divertito
3
Entusiasta
3
Felice
5
Incerto
1
Innamorato
2
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su