Leggendo Ora
Fa’ attenzione all’insalata di riso, può diventare tossica: Scopri come fare per non correre rischi!
Pubblicità

Fa’ attenzione all’insalata di riso, può diventare tossica: Scopri come fare per non correre rischi!

Fa’ attenzione all’insalata di riso, può diventare tossica: scopri come non correre rischi!

Non di rado preparando il riso esageriamo con le quantità. Anche perché spesso si ragiona così: se avanza, sarà perfetto anche per domani. In effetti è così, ma a patto di conservarlo come si deve, perché in caso contrario può succedere che diventi tossico e provocare così disturbi a carico dell’apparato digerente.

È quanto si evince, tra l’altro,  da un comunicato divulgato dal National Health Service Britannico.

Pubblicità

Perché dunque il riso può diventare tossico? Come dobbiamo comportarci con gli avanzi perché non vadano sprecati?

Fa’ attenzione all’insalata di riso, può diventare tossica: scopri come non correre rischi!

Se abbiamo del riso avanzato, il problema non è certo il fatto di scaldarlo una seconda volta, ma proprio la conservazione in sé, in caso non venga fatta come si deve. Come prima regola, una volta cotto il riso non dovrebbe restare a temperatura ambiente per più di un’ora, soprattutto d’estate, è ovvio.

Si sa che il riso crudo talvolta può contenere le spore di un batterio chiamato Bacillus cereus, che può provocare intossicazioni alimentari. Questi batteri possono sopravvivere anche dopo la cottura e moltiplicarsi rilasciando pericolose tossine. Se si ingerisce un alimento contaminato da questo microorganismo si può andare incontro a dissenteria e vomito in un arco di tempo che va da un’ora a cinque ore dopo il consumo. Normalmente la situazione si normalizza nell’arco di 24 ore, ma gli effetti non sono piacevoli.

Per evitare che questo succeda ci sono due possibilità. Cucinare solo la quantità di riso che ci serve, pesandolo prima di cuocerlo, senza pensare a riciclarlo per l’indomani. Poi servirlo subito in modo da scongiurare la proliferazione dei batteri.

Oppure riporlo subito in frigorifero una volta pronto o avanzato, e consumarlo entro il giorno dopo.

Bene, ora conoscete i segreti per una conservazione perfetta del riso. Scegliete una ricetta che vi piace e sbizzarritevi senza timore di sbagliare.

Pubblicità

Buon appetito!

 

Qual è la tua reazione?
Divertito
0
Entusiasta
0
Felice
0
Incerto
0
Innamorato
0
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su