Leggendo Ora
Supermercati: La strategia di marketing non prevede queste 2 cose | Nessuno se ne accorge e acquistiamo a go go!
Pubblicità

Supermercati: La strategia di marketing non prevede queste 2 cose | Nessuno se ne accorge e acquistiamo a go go!

Non importa quale catena alimentare frequentiate d’abitudine: in tutti i supermercati mancano due cose, sempre e comunque! Inutile cercarle, non le troverete e la ragione deriva da una strategia di marketing davvero intrigante, ma destabilizzante!

Nessuno se ne accorge davvero; fare la spesa è diventato un gesto automatico: si entra nel punto vendita, si attraversano i vari reparti con la ferma intenzione di acquistare tutto ciò che è riportato sulla lista (cartacea o digitale), ci si sofferma sulle offerte, si prosegue fino alle casse, si paga e si esce. Il tutto nel modo più veloce possibile, o almeno così crediamo! Siamo convinti di essere facilitati nella frenesia contemporanea per la sola idea di poter trovare in un unico posto tutto ciò che ci serve, dai generi alimentari, a quelli per il giardinaggio, dall’intimo agli attrezzi da cucina, dai detersivi ai prodotti per l’igiene personale, dagli alcoolici ai surgelati, dai prodotti pronti ai freschi.

Parcheggiamo l’auto e in quell’edificio svolgiamo ogni mansione relativa alle necessità quotidiane! Rapidissimamente! O forse no?

Pubblicità

Supermercati: ecco cosa non troverete mai nel vostro punto vendita di fiducia

Alcuni trucchi psicologici per convincerci a effettuare acquisti guidati sono ormai noti ai più: alle casse, troviamo snack, dolciumi e chicche golose che attirano l’attenzione dei nostri bimbi nell’attesa in coda e fanno lievitare il conto, mentre i prodotti di primaria importanza sono spesso relegati in angoli lontani in modo da spingerci a percorrere ogni reparto, distogliendo l’attenzione e spostandola sul superfluo. Giri e rigiri, a volte inutili per noi, ma favorevoli alle strategie di marketing aziendali! Ma questo è ormai un segreto svelato.

Ciò che nessuno nota, invece, riguarda l’assenza di due oggetti indispensabili per poter avere la cognizione del tempo che passa: le finestre e gli orologi.

Senza riferimenti esterni circa la luce del giorno, senza le lancette che inesorabilmente scorrono davanti ai nostri occhi ricordandoti l’ora esatta, siamo risucchiati in uno spazio sospeso in cui prolungare il nostro soggiorno tra le mura del supermercato. Eppure, quella delle finestre è un’assenza giustificata: i raggi del sole potrebbero rovinare alcune derrate alimentari e non, compromettendone la qualità!

Se non volete lasciarvi trascinare in una spirale atemporale, non vi resta che tenere d’occhio l’orologio da polso o quello del vostro cellulare! Allora sì, che la spesa sarà supersonica!

supermercati

Qual è la tua reazione?
Divertito
0
Entusiasta
0
Felice
0
Incerto
0
Innamorato
0
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su