Leggendo Ora
Schiacciata alla fiorentina, quando in Toscana il Carnevale s’avvicina!
Pubblicità

Schiacciata alla fiorentina, quando in Toscana il Carnevale s’avvicina!

La schiacciata alla fiorentina è un dolce tipico toscano, rigorosamente rettangolare, preparato soprattutto nel periodo di Carnevale.

schiacciata alla fiorentina

In origine non era altro che pasta di pane lavorata con lo strutto e aromatizzata con arancia o bergamotto. Nel tempo anche questa ricetta si è evoluta, fino ad arrivare ad oggi.

Pubblicità

Ecco la ricetta.

Schiacciata alla fiorentina, la ricetta

Vi servirà una teglia di dimensioni 30×22 cm, una frusta ed un frullatore ad immersione.

Per far lievitare l’impasto è necessario un luogo caldo, per cui consigliamo il forno spento.

I tempi di lievitazione sono lunghetti, complessivamente 5 ore circa, perciò preparatela per tempo, se volete servirla in occasione del pranzo o della cena.

Ingredienti base:

  • Farina 0, 400 g;
  • Uova, 4 (1 intero e 3 tuorli);
  • Acqua (tiepida), 50 g;
  • Burro, 45 g;
  • Zucchero, 100 g;
  • Arance, 2, il succo e la buccia grattugiata;
  • Lievito di birra, 12 g;
  • Sale, un pizzico;
  • Vaniglia, i semi di mezza bacca;
  • Olio evo, 45 g;
  • Zucchero a velo per la decorazione;
  • Cacao in polvere (per il giglio).

Ingredienti e preparazione del ripieno di chantilly:

Preparatela mentre la base si raffredda.

  • Latte (intero), 500 ml;
  • Panna (per preparazioni dolci), 250 ml;
  • Maizena (amido di mais), 2 cucchiai pieni;
  • Zucchero, 4 cucchiai;
  • Uova, 2;
  • Vaniglia, mezza stecca.

In un pentolino versate il latte e la mezza stecca di vaniglia. Mettete sul fuoco e spegnete quando sta per bollire. Togliete dal fornello e lasciate raffreddare un po’.

In un altro pentolino abbastanza grande (ci dovrete unire il latte già riscaldato) lavorate le 2 uova con lo zucchero, quindi aggiungete la maizena, mescolando con una frusta per evitare la formazione di grumi.

Pubblicità

Quando il latte non è più troppo caldo (altrimenti rischiate di cuocere le uova), togliete la mezza stecca di vaniglia e versatelo a filo continuando sempre a mescolare.

Riportate su fuoco e continuate a mescolare, finché non si addenserà in crema. Spegnete quando si preparerà a bollire, riversate in una ciotola e lasciate a raffreddare, coprendo con pellicola da cucina (per evitare la patina in superficie).

Quando la crema si sarà raffreddata, montate a neve la panna e aggiungetela alla crema, spatolando.

Preparazione della base

Lavate bene le arance, grattugiatene la buccia e spremetele per ottenerne succo. Mettete da parte.

Sciogliete il lievito nei 50 g di acqua tiepida e in una ciotola versate 100 g (dei 400) di farina. Unitevi il lievito sciolto con l’acqua e lavorate fino ad ottenere un panetto. Coprite la ciotola con uno strofinaccio e lasciate lievitare nel forno spento (con la lucetta accesa). Ci metterà circa 2 ore.

Aspettate che il panetto sia lievitato e proseguite la preparazione.

In un contenitore alto, unite il burro, l’olio, i semi di vaniglia e la scorza grattugiata delle arance. Frullate tutto. Aggiungete quindi i 3 tuorli, l’uovo intero, il succo delle arance, lo zucchero ed infine il pizzico di sale. Frullate ancora fino ad ottenere un composto liscio e cremoso.

Pubblicità

Versate il composto liscio ottenuto nella ciotola con il panetto lievitato e man mano, lavorando, aggiungete i 300 g di farina restanti. Dovrete ottenere un impasto elastico e morbido.

Dovrà lievitare ancora.

Imburrate ed infarinate la teglia (salvo non ne utilizziate una antiaderente) quindi stendetevi l’impasto e copritelo con lo strofinaccio. Rimettete in forno spento (con lucetta accesa) a lievitare per altre 3 ore.

Una volta lievitato l’impasto, tiratelo fuori e preriscaldate il forno a 180°.

Preriscaldato, cuocete a 180° per 30 minuti (ogni forno è diverso, per cui dopo 25 minuti controllate la cottura con lo stecchino. Regolatevi di conseguenza). La prova dello stecchino lo dovrà vedere ben asciutto.

Tirate fuori dal forno e lasciate raffreddare.

Composizione della schiacciata:

A questo punto avrete la base del dolce e la crema raffreddate.

Pubblicità

Tagliate la base come tagliereste il pan di spagna, a metà (in senso orizzontale), sollevate con attenzione e farcite con la crema chantilly. Richiudete e trasferite su vassoio o piatto da portata.

Spolverate la superficie di zucchero a velo e create al centro, con il cacao, il giglio fiorentino.

Avete quasi finito!

Una volta preparata, lasciate riposare la schiacciata in frigo una mezz’oretta (per ottimizzare il risultato finale).

Non vi resta che servire la vostra perfetta e deliziosa schiacciata alla fiorentina!

Suggerimenti:

Per raffreddare prima la crema, immergete la ciotola in acqua ghiacciata. O nel lavabo oppure in una ciotola più grande.

Per fare la decorazione a giglio perfetta, disegnatelo su un foglio e ritagliatene contorni. Tenete il foglio sopra la schiacciata già cosparsa di zucchero a velo e riempite la forma con un velo di cacao.

Pubblicità

 

 

 

Qual è la tua reazione?
Divertito
0
Entusiasta
0
Felice
0
Incerto
0
Innamorato
1
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su