Leggendo Ora
Quadri e stampe in casa? Le regole perfette per un risultato estetico fantastico!
Pubblicità

Quadri e stampe in casa? Le regole perfette per un risultato estetico fantastico!

Quadri e stampe in casa offrono una soluzione di arredo per le pareti molto efficace esteticamente.

A seconda di quanto vi è raffigurato, esprimono la personalità del padrone di casa, impreziosiscono e, integrandosi con la stanza, la valorizzano. Per ottenere questo, quadri e stampe non devono essere disposti a caso ma con determinati criteri.

Pubblicità

 

Criteri per appendere quadri e stampe in casa nel modo corretto

Appesi, devono riuscire a catturare l’attenzione di chi guarda. Per prima cosa dunque devono abbinarsi all’arredamento. Non meno importante è l’altezza a cui sono posizionati: ad altezza sguardo. Anche se i soffitti sono molto alti, è necessario rispettare una linea immaginaria orizzontale, che sia parallela al pavimento. In generale, le cornici di grandi dimensioni sono perfette per gli ambienti molto spaziosi, quelle di medie dimensioni o piccole per gli ambienti dalla metratura standard. Cercate anche di non utilizzare insieme dipinti e fotografie salvo non abbiate intenzione di ricreare un impatto visivo stilisticamente sperimentale.

Il criterio base:

considerate la linea base, la linea centrale e la linea superiore della cornice. La linea base deve stare a non più di 120 cm dal pavimento, la centrale a 160. La superiore a 170/180 cm, in linea generale a circa i 5/8 dell’altezza della parete.

Di conseguenza:

Se quadri e stampe sono molto grandi, astratti o dalle tonalità scure: posizionateli più in alto. Al contrario, il forte impatto visivo rischierebbe di appesantire il circostante e darebbe l’impressione di uno squilibrio di proporzioni sulla parete. Sono ideali sulle pareti ampie e spoglie.

 

Pubblicità

Se sono piccoli, rappresentano ritratti o nature morte e paesaggi: potete posizionarli più in basso perché l’osservatore possa coglierne i particolari senza sforzo.

 

Posizionarli in obliquo: è perfetto in presenza di scale. L’importante è che la linea obliqua (tracciata seguendo il centro delle cornici) le segua in perfetto parallelismo.

 

Quando la parete è stretta: posizionateli in verticale. Tracciate una linea immaginaria verticale a dividere l’altezza della parete e appendete quadri e stampe in modo che la linea coincida con il loro centro.

Pubblicità

 

La parete è ampia: potete disporre quadri e stampe formando un motivo geometrico. Seguendo il perimetro di un quadrato o di un rettangolo lasciando la spazio al centro vuoto oppure a cerchio, intorno alla cornice più grande. E’ una buona idea anche raggruppare le cornici piccole per soggetto. Ma anche per colore o stile.

 

L’illuminazione

Evitate di appendere quadri e stampe dove riceverebbero la luce diretta solare. I colori, nel tempo, potrebbero venirne alterati. Optate per la luce artificiale ma attenzione, installatela o in alto o in basso. Laterale genera riflessi che impediscono allo sguardo di mettere a fuoco l’immagine. Anche la retroilluminazione ha un ottimo risultato.

Consiglio: Alla pari della luce diretta solare, evitate di posizionare le cornici su fonti di calore o in ambienti umidi come il bagno e la cucina. Salvo che non ci sia un vetro a protezione.

Pubblicità

 

*Le immagini presenti in questo articolo sono tratte da Pinterest. 

Qual è la tua reazione?
Divertito
0
Entusiasta
2
Felice
0
Incerto
0
Innamorato
0
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su