Leggendo Ora
Più sbadigli e più è grande il tuo cervello. Lo afferma uno studio!
Pubblicità

Più sbadigli e più è grande il tuo cervello. Lo afferma uno studio!

Più sbadigli e più è grande il tuo cervello. Lo afferma uno studio!

Hai appena sbadigliato? Non ti preoccupare. Sappiamo già che lo sbadiglio è molto contagioso. Tuttavia, gli scienziati non sono d’accordo sul motivo per cui sbadigliamo o da dove nasce questo gesto. Lo stesso Charles Darwin disse nel 1838 che vedere lo sbadiglio del cane, del cavallo e dell’uomo, mi fa capire che tutti gli animali sono fatti della stessa natura”.

Più sbadigli e più è grande il tuo cervello

Pubblicità

Più sbadigli e più è grande il tuo cervello. Lo afferma uno studio!

Beh, un team di scienziati della State University di New York a Oneonta (USA) ha deciso di osservare gli sbadigli di 29 diversi mammiferi attraverso i video di Youtube: i topi, gatti, ricci, trichechi, elefanti, volpi, e come esseri umani e hanno trovato una interessante correlazione. Animali con un piccolo cervello, con un minor numero di neuroni nella corteccia cerebrale, eseguivano sbadigli più brevi rispetto agli animali con un grande cervello e neuroni nello strato esterno del cervello. 

Per ordine di sbadigli, dal più breve al più lungo, gli esseri umani (con circa 12.000 milioni di neuroni nella corteccia cerebrale ) avevano uno sbadiglio medio più lungo, un po’ più di 6 secondi. I primati sono mammiferi che sbadigliano più volte. Gli elefanti – che hanno un numero simile di neuroni corticali rispetto agli umani – hanno sbadigliato per una media di 6 secondi.

E i mammiferi con un cervello più piccolo? Nel caso dei topi, gli sbadigli duravano a malapena 1,5 secondi. In conclusione, i ricercatori suggeriscono che sbadigliare è un effetto fisiologico e favorisce il raffreddamento del nostro cervello, supportando l’ipotesi che chi sbadiglia frequentemente lo fa per “rinfrescare” il cervello.

“Un lungo e potente sbadiglio può portare ad enormi benefici fisiologici, poiché la maggior grandezza del cervello e una più densa corteccia richiedono un apporto di sangue maggiore”. Dopotutto è già stato dimostrato che il sangue trasporta ossigeno e nutrienti alle altre parti del corpo, soprattutto i muscoli. 

Lo studio per chi fosse interessato è stato pubblicato sulla rivista Science.

Qual è la tua reazione?
Divertito
0
Entusiasta
1
Felice
1
Incerto
0
Innamorato
0
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su