Leggendo Ora
Parlare da solo è sintomo di grande intelligenza, lo dice uno studio psicologico
Pubblicità

Parlare da solo è sintomo di grande intelligenza, lo dice uno studio psicologico

Parlare da solo è sintomo di grande intelligenza, lo dice uno studio psicologico

Chi parla da solo non è strambo, lo dice uno studio psicologico. Molta gente spesso parla da sola e di solito lo fa quando non ci sono altre persone in giro.

Parlare da solo è sintomo di grande intelligenza, lo dice uno studio psicologico

 

Pubblicità

Parlare da solo è sintomo di grande intelligenza, lo dice uno studio psicologico

Già, perché nella percezione comune parlare da soli è considerato per lo meno un segno di stranezza.

Ma se lo facciamo quasi tutti, tanto strano non deve essere e probabilmente deve anche servire a qualche cosa. È questo l’assunto dal quale sono partiti due psicologi sperimentali, Daniel Swigley e Gary Lupya, per verificare se fosse ipotizzabile o no uno scopo riconoscibile in questo fenomeno.

Chi parla da solo non è strambo: l’ipotesi

L’ipotesi è che parlare da soli possa migliorare le nostre performance visive. Nel senso che, per spiegarci, nominare ad alta voce un oggetto dovrebbe rendere più facile trovarlo, in caso lo si stesse cercando.

E in effetti ai partecipanti all’esperimento è stato chiesto di cercare degli oggetti e s’è visto che quelli ai quali veniva domandato di dire a voce alta il nome della cosa riuscivano meglio nel compito di trovarla.

La spiegazione del duo è che dire a voce alta il nome dell’oggetto che si sta cercando interrompa la routine visiva in atto in quel momento e la rifocalizzi verso la ricerca dell’oggetto medesimo.

Ci viene in mente che questo meccanismo potrebbe avere qualche somiglianza con quello che succede ad alcune persone nella medesima situazione: ti viene in mente che devi prendere una cosa in un’altra stanza, ma quando ci entri non ti ricordi più perché ci sei venuto, sicché sei costretto a tornare nella stanza di partenza e lì riesci a ricordare perché dovevi andare nell’altra…

Insomma, verbalizzare, in maniera analoga al tornare nella stanza di partenza, serve in qualche modo a resettare i processi cognitivi e quindi a riuscire meglio nel compito che stiamo affrontando.

Pubblicità

 

 

Qual è la tua reazione?
Divertito
2
Entusiasta
7
Felice
2
Incerto
3
Innamorato
2
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su