Leggendo Ora
Le melanzane in pasta sfoglia: super gustose e nutrienti!
Pubblicità

Le melanzane in pasta sfoglia: super gustose e nutrienti!

Le melanzane in pasta sfoglia: super gustose e nutrienti!

La ricetta di oggi è quella di un rustico dal gusto eccezionale. Siamo di fronte a una torta salata che è anche ottima come ricetta svuota frigo e che può rivelarsi unp strepitoso piatto unico da servire a cena.

Pubblicità

Le melanzane in pasta sfoglia: super gustose e nutrienti!

Gli ingredienti

Per l’impasto

400 ml di acqua tiepida
600 gr di farina
10 gr di zucchero semolato
8 gr di sale

Preparare l’impasto

Si versa la farina in una boule abbastanza capace, assieme allo zucchero semolato e al sale. Si amalgama con una spatola e al centro si fa la classica fontana.

Dentro si versa l’acqua e si amalgama il tutto con la spatola fino a ottenere una massa: a quel punto passiamo a usare le mani e impastiamo fino a realizzare il classico panetto morbido, liscio ed elastico, che copriamo con un canovaccio e facciamo riposare per una ventina di minuti.

Il ripieno

Ora ci dedichiamo al ripieno. Per prepararlo avremo bisogno di:

1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
8 gr di sale
50 ml di acqua
Mezzo bicchiere di olio vegetale
1 peperone rosso e verde
4 gr di pepe nero
1 cipolla
4 melanzane

Preparare il ripieno

In una padella facciamo soffriggere la cipolla nell’olio vegetale, tagliata a dadini, poi aggiungiamo i peperoni, anch’essi fatti a dadini. Facciamo andare per qualche minuto a fuoco medio, girando con un cucchiaio di legno.

Quindi versiamo il concentrato di pomodoro e mescoliamo fino a farlo sciogliere. Quando si sarà completamente incorporato, aggiungiamo le melanzane tagliate a cubetti e mescoliamo tutto quanto per bene. Aggiustiamo di sale e pepe e mischiamo ancora per poi allungare con dell’acqua.

Pubblicità

Ora copriamo la padella e lasciamo andare la cottura fino a che le melanzane non si ammorbidiscono, dopodiché le facciamo freddare a temperatura ambiente.

Preparare il rustico

Ora si recupera il panetto e lo si adagia su un piano di lavoro infarinato. Lo lavoriamo un po’ e ne ricaviamo 20 parti uguali. Con le mani diamo a ciascuna più o meno la forma di una “palla”.

Ora prendiamo otto delle nostre sfere di pasta e una alla volta le spianiamo con un mattarello, fino alla larghezza, più o meno, di un piatto da dolce.

Quindi ci versiamo sopra un po’ dei 125 grammi di burro che avremo sciolto alla bisogna e copriamo con un’altra sfoglia. E così via fino all’ottava, che non spennelliamo col burro. Adesso avvolgiamo la pasta con della pellicola per alimenti e la mettiamo da parte.

Per lo strato intermedio non abbiamo che da ripetere la procedura con altre cinque palle di impasto. E via così per l’ultimo strato di pasta frolla.

Ora recuperiamo la pasta che abbiamo preparato per la base e la stendiamo prima con le mani e poi col mattarello. Quindi la adagiamo dentro uno stampo unto con del burro e premiamo la pasta fin sui bordi.

Ora ci versiamo sopra metà del ripieno di cui sopra e poi sopra a questo appoggiamo lo strato di mezzo della sfoglia, che avremo tirato col mattarello.

Pubblicità

Ci versiamo sopra il resto delle melanzane e poi sigilliamo il tutto con l’ultimo strato di pasta. Dopodiché chiudiamo i bordi ripiegandoli verso l’interno così che il ripieno non se ne esca durante la cottura.

A questo punto si posa un bicchiere al centro del rustico e a partire da quello con un coltello se ne incide la superficie creando vari spicchi. Dopodiché, col coltello, si segue il bordo del bicchiere. Ora non resta che spennellare la pasta con un po’ d’olio.

L’ultimo atto è mettere in forno preriscaldato a 200 gradi fino a doratura.

Buon appetito!

 

 

Qual è la tua reazione?
Divertito
0
Entusiasta
1
Felice
0
Incerto
0
Innamorato
0
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su