Leggendo Ora
La pastiera Napoletana: una divina tradizione che non deve mancare!
Pubblicità

La pastiera Napoletana: una divina tradizione che non deve mancare!

La pastiera Napoletana: una divina tradizione che non deve mancare!

Ti ha sempre incuriosito la pastiera napoletana, ma non sei di quelle parti e non sai come si fa? Bene, qui di seguito ti spieghiamo come realizzare questo dolce super classico della tradizione vesuviana (e non solo).

Pubblicità

La pastiera Napoletana: una divina tradizione che non deve mancare!

Gli ingredienti

Per la pasta frolla:

300 g di farina; 150 g di burro; 120 g di zucchero; 1 uovo; 1 tuorlo; 1 g di sale.

Per la farcia:

325 g di ricotta di pecora; 290 g di grano cotto; 250 g di zucchero; 150 ml di latte; 2 uova; 2 tuorli; 15 g di burro;10 g di canditi; 10 ml di aroma fiori d’arancio; mezzo cucchiaino di vaniglia; un pizzico di cannella; buccia di limone; buccia di arancia.

La preparazione

La prima cosa è “cuocere” il grano. In realtà lo trovate già cotto al supermercato, ma per renderlo più tenero lo si cuoce di nuovo nel latte.

Si versa in una casseruola, ci si aggiunge il latte e poi anche una noce di burro e qualche pezzetto di scorza di limone, dopodiché si porta a ebollizione e si fa andare mescolando ogni tanto fino a che il grano non ha assorbito tutto il latte (ci vogliono circa 10 minuti).

Ora si prepara la pasta frolla. Si versa la farina sulla spianatoia, ci si forma la classica fontanella e poi ci si versano un uovo intero, un tuorlo, un pizzico di sale e lo zucchero, dopodiché si comincia ad amalgamare con una forchetta.

Dopo aver sbattuto le uova e incorporato lo zucchero, aggiungiamo il burro a temperatura ambiente. Lo si stempera con le uova e poi si comincia ad amalgamare anche la farina, prima con una spatola e poi con le mani.

Ottenuto un panetto non troppo lavorato, lo avvolgiamo con della pellicola alimentare e poi riporlo in frigo per almeno una mezzora.

Pubblicità

Ora ci dedichiamo alla farcia. La prima cosa è scolare bene la ricotta di pecora e poi setacciarla dentro a una boule grande. Alla ricotta si aggiunge poi lo zucchero e si mescolano insieme fino a formare una crema.

Il passo successivo è aggiungere il grano (che frulleremo per qualche istante dopo aver tolto le bucce di limone) alla crema di zucchero e ricotta. Si mescola bene e poi al composto si aggiungono due uova intere e due tuorli sbattuti. Si amalgama il tutto.

Ora al mix aggiungiamo il cedro, un pizzico di cannella e dell’acqua di fiori di arancio. Si amalgama ben bene e poi ci si grattugiano un po’ di scorza di limone e un po’ di quella di arancia.

Ora si prende una tortiera da 25 centimetri di diametro e la si unge con del burro. Poi si recupera la pasta frolla, se ne taglia via una parte per la decorazione finale e poi la si stende con un mattarello.

Ottenuto uno spessore di circa due o tre millimetri, si porta la sfoglia sopra la tortiera e poi la si rovescia per far aderire la frolla al fondo e ai bordi, eliminando l’eccesso di pasta con una spatola.

Il passo successivo è versare la farcia su questa base e poi recuperare la frolla avanzata per tagliarci le classiche striscioline che decorano ogni pastiera che si rispetti.

Ora non rimane che infornare a 170 gradi per un’ora.

Pubblicità

Buon appetito!

 

 

 

 

 

Qual è la tua reazione?
Divertito
0
Entusiasta
0
Felice
0
Incerto
0
Innamorato
0
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su