Leggendo Ora
Il fegato grasso: cosa lo provoca e cosa fare per prevenirlo e curarlo!
Pubblicità

Il fegato grasso: cosa lo provoca e cosa fare per prevenirlo e curarlo!

Il fegato grasso: che cos’è e come si può prevenire

La steatosi epatica, o “fegato grasso” è una malattia silenziosa che se non viene trattata in maniera opportuna può portare a gravi complicazioni e può anche costare la vita.

Si tratta di una patologia provocata da un accumulo di acidi grassi e trigliceridi nelle cellule epatiche, una condizione che si ha soprattutto quando ci sono obesità, diabete e iperlipidemia (eccesso di grassi nel sangue).

Pubblicità

In genere il nostro fegato può contenere fino a un cinque per cento di grasso. Se però ne accumuliamo una quantità maggiore, allora diciamo che abbiamo un fegato grasso non alcolico, che può originare infiammazione, fibrosi e cirrosi.

 

Il fegato grasso: che cos’è e come si può prevenire

Si tratta di una malattia definita “silenziosa” perché di solito non dà sintomi ben precisi e anche per questo può essere difficile da diagnosticare, il che può fare in modo che negli ignari pazienti si producano delle serie complicazioni.

Con questa malattia, una diagnosi tempestiva può essere la differenza tra vita e la morte.

Secondo i dati della Organizzazione mondiale della sanità nel mondo questa patologia colpisce tra il 20 e il 30 per cento della popolazione.

Obesità e sovrappeso

Un serio fattore di rischio per il fegato grasso è, come si diceva, l’obesità. Secondo dati spagnoli, si stima che nel 2016 fossero in sovrappeso o decisamente obesi 3 minori su 10 tra i 5 e gli 11 anni, mentre lo erano il 36 per cento degli adolescenti e il 72 per cento degli adulti.

Pubblicità

Ecco perché è importante cambiare abitudini alimentari e fare più attività fisica. Non a caso il trattamento del fegato grasso consiste fondamentalmente in una riduzione del peso e in un aumento dell’attività fisica. Chiaro anche che si deve assolutamente evitare fumo e alcol.

Questo perché a tutt’oggi non esiste alcun trattamento farmacologico in grado di risolvere del tutto questa malattia. Come s’è già detto, si tratta piuttosto di limitare o eliminare i fattori di rischio che possono scatenare la patologia: quindi, giova ripeterlo, attenzione alla dieta, esercizio fisico, bando ad alcol, fumo e altre abitudini nocive.

Nel caso poi che la steatosi dipenda (come può succedere) dalla assunzione smodata di un farmaco, occorre ovviamente interromperla.

Dal punto di vista diagnostico, lo strumento principale è una biopsia del fegato.

 

Articolo revisionato da Maria Di Bianco, Dottoressa in Scienze dell’Alimentazione e della Nutrizione Umana.

Qual è la tua reazione?
Divertito
0
Entusiasta
0
Felice
0
Incerto
0
Innamorato
0
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su