Leggendo Ora
Mascherina anti-Covid e cura della pelle: alcuni consigli
Pubblicità

Mascherina anti-Covid e cura della pelle: alcuni consigli

Mascherina anti-Covid e cura della pelle: alcuni consigli.

La mascherina è uno strumento chiave per la protezione dal contagio da Covid-19. In questi mesi è entrata nelle vite di quasi tutti e molti di noi per amore o per forza la tengono sul viso per molte ore al giorno.

Come sappiamo, ce ne sono di diversi tipi, da quelle chirurgiche, alle FFP2 che vengono tanto raccomandate in questi ultimi tempi, alle FFP3 con valvola o senza.

Pubblicità

Non importa quale sia il tipo esatto che indossiamo: è infatti possibile che ciascuna di queste mascherine possa arrecare una serie di problemi alla pelle delicata del viso.

Se vi interessa evitare questi problemi, qui sotto trovate alcuni consigli che forse vi possono essere utili.

Mascherina anti-Covid e cura della pelle: alcuni consigli

I danni più comuni causati dalla mascherina

Portare la mascherina per molte ore al giorno in un ambiente umido può determinare alterazioni della naturale barriera cutanea, lo strato di grasso che protegge la nostra pelle dalle aggressioni esterne.

Ne può derivare una anomala secchezza dell’epidermide.

Danni da pressione

Se poi si tratta di FFP2 e FFP3, un danno possibile è quello che può derivare dalla pressione che queste mascherine possono esercitare: in questi casi ci possono essere delle vere e proprie irritazioni e perfino dei solchi cutanei, che talvolta possono sfociare in una erosione della pelle.

È chiaro che se la persona già soffre di malattie della pelle, per esempio dermatite, acne o rosacea, l’uso prolungato della mascherina può senz’altro peggiorare i sintomi di queste condizioni: questo perché i pori si possono chiudere, ci possono essere problemi circolatori e anche accumulo di grasso.

Pubblicità

mascherina anti-Covid

Tessuti naturali o sintetici

C’è anche da considerare, ovviamente, il tipo di materiale con cui sono fatte le mascherine. Alcune possono recare tracce di conservanti, igienizzanti e coloranti. Si tratta di sostanze che in certe persone possono causare dermatite da contatto, sia a base irritativa che allergica.

La dermatite da contatto può comportare prurito, secchezza, desquamazione, rossore, in certi casi anche vesciche.

Se si manifestano questi sintomi, è bene andare subito dal dermatologo: la terapia di solito consisterà in una pomata al cortisone.

Come evitare questi problemi?

La mascherina deve coprire bene il viso e adeguarsi in modo giusto alla sua forma, aderendo sul naso senza però schiacciare troppo.

Gli elastici non devono essere troppo tirati, perché in quel caso il problema potrebbe riguardare il retro delle orecchie (che si può infiammare facilmente).

Se si manifesta uno o più dei problemi che abbiamo detto, può essere utile cambiare tipo di mascherina e applicare dei prodotti lenitivi sulla pelle.

Pubblicità

 

Qual è la tua reazione?
Divertito
0
Entusiasta
0
Felice
0
Incerto
0
Innamorato
0
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su