Leggendo Ora
Gigi Proietti e il teatro: le parole del Maestro poco prima della sua scomparsa
Pubblicità

Gigi Proietti e il teatro: le parole del Maestro poco prima della sua scomparsa

Gigi Proietti e il teatro: le parole del Maestro poco prima della sua scomparsa

Cordoglio unanime per la scomparsa di Gigi Proietti. Ricordiamo anche che mesi fa era stato testimonial di uno spot per sensibilizzare contro il Coronavirus e ovviamente ha avuto a che fare col problema della chiusura dei teatri a causa della pandemia; problema su cui si è espresso più volte.

Gigi Proietti e il teatro

Pubblicità

 

Cordoglio unanime per la scomparsa di Gigi Proietti. Ricordiamo anche che mesi fa era stato testimonial di uno spot per sensibilizzare contro il Coronavirus e ovviamente ha avuto a che fare col problema della chiusura dei teatri a causa della pandemia; problema su cui si è espresso più volte.

Gigi Proietti: spot per la polizia per far rispettare il lockdown

L’ex Maresciallo Rocca è stato un testimonial ideale per uno spot voluto dalla Polizia di Stato, per raccomandare agli anziani (notoriamente i più colpiti durante la prima ondata di Covid e, aveva sottolineato il grande attore in collegamento con qualche trasmissione televisiva e radiofonica, anche quelli che “non consumano e per questo non vengono considerati”) di restare a casa. Dalla propria abitazione, si rivolgeva ai “non più giovanissimi”, ai suoi “coetanei” (risata delle sue), dicendo che “per la tradizione”, avrebbero dovuto “essere più saggi e quindi d’ esempio alla collettività”, rispettando le direttive.

“Più gente ubbidisce a questa disposizione”, aggiungeva Proietti, “e prima finisce tutto e potremo andare dove ci pare” (“n’dove ce pare!). … Ieri, la Polizia ha di nuovo condiviso il video per un sentito ringraziamento.

Gigi Proietti e il teatro: quando chiedeva sostegno per in questo periodo difficile

Non che prima del Covid ne avesse molto, anzi! Proietti spiegava che il teatro “aveva il minimo indispensabile”; più che altro, pensando alla cultura italiana, si è sempre guardato al cinema, rifletteva amaramente.

Tuttavia il Maestro, noto insegnante di recitazione e Direttore artistico del Silvano Toti Globe Theatre di Roma, che ricalca quello shakespeariano di Londra (e che ora verrà dedicato a lui, ha annunciato la Sindaca Virginia Raggi), diceva che la pandemia poteva essere un’occasione perché “le istituzioni si accorgano di noi”, di coloro che lavorano in teatro (tra l’altro ricordava che in 50 anni di lavoro, vi aveva visto pochissimi politici). Auspicava quindi un’imponente campagna promozionale, come quella fatta per il turismo.

Appello ancora più urgente oggi, con l’arrivo di un nuovo lockdown anche per i teatri; oggi che il mondo dello spettacolo è sceso in piazza con i ristoratori per non rimanere a casa o quanto meno per avere dei sussidi.

Pubblicità

Il teatro si prepara a dare l’ultimo saluto a Gigi Proietti

In questi giorni il teatro si prepara a dire addio al Maestro, sempre compatibilmente con le norme anti-Covid. I funerali avranno luogo dopodomani, giovedì 5 novembre, alle 13 nella celebre Chiesa degli Artisti a Piazza del Popolo.

Potranno entrare solo sessanta persone circa. Non è prevista camera ardente.

Il feretro dell’amatissimo personaggio verrà portato in Campidoglio, che per quel giorno ha indetto il lutto cittadino e dove ci sarà una breve commemorazione; poi ovviamente al Teatro Brancaccio, del quale Proietti è stato direttore artistico (1978 – 2007).

Proprio lì aveva aperto la sua famosissima “scuola”, un “Laboratorio di Esercitazioni sceniche” in cui hanno studiato grandi attori che si stanno ricordando in questi giorni e che vengono intervistati per omaggiare Gigi. Inevitabile poi una tappa al Globe Theatre (alle 11.30) per un tributo di tre quarti d’ora.

Qual è la tua reazione?
Divertito
0
Entusiasta
0
Felice
0
Incerto
0
Innamorato
0
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su