Leggendo Ora
Formaggio di nota marca ritirato dai banchi frigo: questi i lotti richiamati
Pubblicità

Formaggio di nota marca ritirato dai banchi frigo: questi i lotti richiamati

Formaggio di nota marca ritirato dai banchi frigo.

Il Ministero della Salute ha pubblicato un nuovo richiamo per allerta alimentare. Il richiamo (che avviene a richiesta del produttore, in questo caso) riguarda un tipo di formaggio fresco che si può trovare in numerosi  supermercati italiani.

Si tratta di un prodotto fresco tra i più amati e consumati dagli italiani. Ma è arrivata l’estate (anticipata) e soprattutto per i prodotti a base di latte l’aumento delle temperature può causare dei problemi.

Pubblicità

Formaggio fresco richiamato dai supermercati: ecco i lotti ritirati

Formaggio di nota marca ritirato dai banchi frigo

Ma niente paura, i controlli sono serrati e in genere piuttosto efficaci. In questo caso il Ministero della Salute ha ritirato dai banchi frigo un formaggio molto amato e anche protagonista di parecchie ricette.

Si tratta del formaggio marca Latteria, una variante fresca prodotta con del latte appena munto e senza fermenti artificiali. Sul mercato ce ne sono di vari tipi a seconda della stagionatura: quello più famoso viene dalla Valtellina.

Listeria

Il motivo del ritiro del formaggio Latteria è per “possibile presenza di Listeria Monocytogenes”.

Più di preciso, il formaggio fresco richiamato si chiama ‘Latteria Valcontadino’ ed è a marchio Ciresa Srl. È prodotto presso lo stabilimento che si trova a Introbio, in provincia di Lecco, in via Vittorio Emanuele II Il formato oggetto del provvedimento è quello intero, non confezionato, dal peso di sette chili.

Il numero di lotto è 4027 e il marchio di identificazione di chi lo produce è 03165. Le date di scadenza del prodotto sono previste rispettivamente per 18 giugno 2022 e il primo luglio 2022.

Effetti della Listeria

Questo batterio può causare anche gravi danni alla salute. Come riconoscere il contagio? Il periodo di incubazione può variare da pochi giorni sino a due mesi dall’assunzione del cibo contaminato.

Pubblicità

I principali sintomi dell’infezione sono: febbre, dolori muscolari, diarrea, nausea.

Articolo revisionato da Maria Di Bianco, Dottoressa in Scienze dell’Alimentazione e della Nutrizione Umana.

 

 

Qual è la tua reazione?
Divertito
0
Entusiasta
0
Felice
0
Incerto
0
Innamorato
0
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su