Leggendo Ora
Ferro basso? Come avere la tua dose giornaliera anche se non mangi carne
Pubblicità

Ferro basso? Come avere la tua dose giornaliera anche se non mangi carne

Ferro basso? Come avere la tua dose giornaliera anche se non mangi carne.

È essenziale consumare non solo cibi ricchi di ferro, ma anche quelli che ne facilitano il corretto assorbimento. Perché, per fare un esempio, non importa se ti abbuffi di lenticchie: se non le accompagni con la vitamina C, il tuo organismo non sarà in grado di metabolizzarne il ferro.

A cosa ci serve il ferro? Beh, svolge funzioni importanti, come per esempio il trasporto di ossigeno dai polmoni al resto del corpo; inoltre è essenziale nella produzione di ormoni e tessuti connettivi. La mancanza di ferro può determinare anemia.

Pubblicità

Ferro basso? Come avere la tua dose giornaliera anche se non mangi carne

Per ottenere ferro dalla dieta ci si può rivolgere a: carne rossa, interiora, cozze, legumi e noci. Va peraltro osservato che non tutti questi cibi contengono la stessa quantità e qualità di questo minerale. Alcuni contengono ferro eme, per esempio la carne. Altri hanno ferro non eme, che è tipico delle verdure.

Si tratta di una differenza importante, perché il ferro eme viene assimilato senza difficoltà, mentre non è così per quello non eme. Per ottenere il massimo dal ferro contenuto in alcuni alimenti, quindi, è essenziale combinarli con degli altri che ne favoriscono l’assorbimento.

Alcuni alimenti che aumentano l’assorbimento del ferro, anche se non mangi carne

I cavoletti di Bruxelles

L’abbinamento di legumi (ceci, fagioli o soia, per esempio) con verdure come i cavolini di Bruxelles, broccoli, verza, cavolfiori o cavolo rosso è un modo semplice ed efficace per garantire la corretta assimilazione del ferro.

Ottima per esempio può essere un’insalata a base di ceci che comprenda qualche pezzetto di broccoli e un filo di olio extravergine di oliva.

La papaia

Oltre ad essere ricca di vitamina C, la papaia apporta pochissime calorie. E non solo aiuta l’assorbimento del ferro, ma facilita anche la digestione. Un succo di papaia preso la mattina ti può dare 70 milligrammi di vitamina C ogni etto di prodotto.

Il ribes rosso

Il ribes rosso contiene quasi quattro volte più vitamina C dell’arancia. Ciò vuol dire che è uno degli alimenti più utili per l’assorbimento del ferro. Non solo, facilita anche la guarigione delle ferite e aiuta a riparare i vasi sanguigni, la pelle, le ossa e i denti.

Pubblicità

Gli agrumi

L’inverno è il periodo migliore per consumare gli agrumi e sfruttarne al meglio il loro contributo all’assorbimento del ferro grazie al loro apporto di acido ascorbico (vitamina C).

Articolo revisionato da Maria Di Bianco, Dottoressa in Scienze dell’Alimentazione e della Nutrizione Umana.

 

 

Qual è la tua reazione?
Divertito
0
Entusiasta
3
Felice
0
Incerto
0
Innamorato
0
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su