Leggendo Ora
Detersivi pericolosi per salute e ambiente ancora in vendita malgrado analisi e segnalazioni
Pubblicità

Detersivi pericolosi per salute e ambiente ancora in vendita malgrado analisi e segnalazioni

Detersivi pericolosi per salute e ambiente ancora in vendita in Svizzera, malgrado analisi e segnalazioni.

Nel 2021 il laboratorio cantonale di Basilea aveva sottoposto ad analisi cinquanta detersivi e detergenti per la casa e ne aveva segnalati 18 come pericolosi per la salute e l’ambiente. Oggi la rivista K-Tipp torna a parlare di questi prodotti. Il motivo è semplice: malgrado l’allarme del 2021, alcuni sono ancora in vendita sugli scaffali dei supermercati svizzeri.

Pubblicità

K-Tipp

Detersivi pericolosi per salute e ambiente ancora in vendita in Svizzera, malgrado analisi e segnalazioni

I 18 prodotti segnalati nel 2021 per il laboratorio cantonale di Basilea Città rappresentavano “un rischio immediato per la salute o per l’ambiente“. Per conseguenza l’ufficio aveva ordinato lo stop alla vendita di questi prodotti.

Il problema è che a distanza di molti mesi non è stato ancora diffuso alcun richiamo e ciò vuol dire che sostanze chimiche potenzialmente pericolose sono ancora sugli scaffali elvetici.

Le sostanze incriminate

Che cosa contengono i detersivi segnalati? Talvolta si tratta di sostanze corrosive, che non sono oggetto di opportune avvertenze per gli utilizzatori.

K-Tipp che ha ricevuto l’elenco dei prodotti in questione dal laboratorio cantonale di Basilea e in proposito scrive che “molti produttori minimizzano i rischi delle sostanze chimiche utilizzate. Usano sostanze corrosive senza preavviso”.

Dei 50 detersivi solo due rispondevano in tutto e per tutto i requisiti di legge: degli altri alcuni avevano piccoli difetti, ma alcuni contenevano sostanze potenzialmente pericolose.

Tra i prodotti incriminati vi era per esempio anche il Cif Crème Citrus (in una veste particolare venduta in Svizzera) che, nonostante la segnalazione e le richieste di modifica, è ancora in vendita tale quale.

Pubblicità
See Also

Al riguardo su K-Tipp si legge:

“Il detersivo Cif denunciato dal laboratorio cantonale di Basilea è ancora in vendita con la stessa confezione colorata dei fumetti che è stata criticata. Schaffhausen è responsabile delle misure presso il produttore Unilever con sede a Thayngen SH. Il chimico cantonale di Sciaffusa scrive che il caso è stato lasciato in sospeso per mancanza di personale. Unilever ha tempo fino a giugno per apportare modifiche”.

Tra i motivi di segnalazione, in particolare, c’erano: la presenza di sostanze irritanti per gli occhi; il fatto che la confezione di alcuni prodotti si può confondere quella di giocattoli o sciroppi; la presenza in un detergente per piscine di un tensioattivo vietato.

Fonte: K-Tipp

Qual è la tua reazione?
Divertito
0
Entusiasta
0
Felice
0
Incerto
0
Innamorato
0
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su