Leggendo Ora
Come riciclare i collant: i modi in cui potete usarli che vi stupiranno!
Pubblicità

Come riciclare i collant: i modi in cui potete usarli che vi stupiranno!

I collant che non si indossano più, perché vecchi o rotti, vengono buttati ma in questo articolo vi mostriamo come poterli riciclare.

Buttarli è uno spreco, senza considerare che i materiali con cui si realizzano difficilmente sono biodegradabili.

Pubblicità

Riciclare i collant, ecco come

Fatene degli elastici.

Basterà tagliare una gamba a piccole strisce, tirarle perché il tessuto si arrotoli su se stesso ed ecco qui un elastico perfetto!

Ferma capelli decorati

Foto tutorial per fiori decorativo da realizzare con collant

Per fermare i sacchetti della spazzatura.

Una volta rigirati i bordi del sacchetto sui lati del contenitore, fermateli con l’elastico superiore che mantiene su i collant.

Conservate aglio e cipolla all’interno della calza.

Tagliate una gamba della calza e annodatela per la lunghezza lasciando uno spazio tra ogni nodo.

Pubblicità

Eseguite quindi un taglio non troppo grande solo su un lato e da quello infilateci l’aglio o la cipolla.

Appendete la calza così composta dove ritenete opportuno.

 

 

Create dei sacchetti profumati.

Basterà ritagliare la gamba della calza in rettangoli sufficientemente grandi e inserire i fiori essiccati (o erbe aromatiche) e profumati all’interno.

Chiudete quindi le estremità con dei nastrini.

Pubblicità

Credit foto

Fatene dei paraspifferi.

Soprattutto se è un collant colorato o con motivi.

Seguite il medesimo procedimento per fare i sacchetti ma stavolta utilizzate tutta la gamba, dopo averne ritagliato estremità.

Riempitela con altri materiali magari di recupero e chiudete le estremità aperte con nastri.

Credit foto

Usateli per proteggere i rotoli di carta.

Come quelli della carta regalo. Tagliate la gamba esattamente come fareste per creare il paraspifferi ma senza tagliare il piede.

Pubblicità

Infilateci il rotolo e chiudete l’estremità aperta.

Utilizzate il collant per pulire facilmente la spazzola.

Infilate la spazzola all’interno dei collant e fate passare i denti o le setole della spazzola attraverso il tessuto. Appiattitelo per bene sulla base della spazzola e usatela.

Per pulirla basterà tirar via la calza!

Ottimi per pulire i metalli preziosi.

Non sarà necessario utilizzare alcun prodotto. Il materiale del collant rimuoverà lo sporco e l’ossidazione dai metalli preziosi come argento e oro. Compreso l’ottone.

Per applicare l’impregnante sul legno.

Il collant è perfetto per trattenere il liquido e distribuirlo anche nei punti più difficili.

See Also

Pubblicità

Arrotolatelo, immergetelo e distribuite.

Per lucidare pelle e cuoio.

Funzioneranno perfettamente e non graffieranno il materiale.

Utilizzate i collant come cattura la polvere.

Il tessuto sarà efficace nell’attrarre la polvere e soprattutto delicato su superfici come il legno lucido.

Ed infine, usateli per decorare i porta candele.

Credit foto

Vi servirà un collant magari in pizzo, un bicchiere, della colla a caldo e della colla per vetro.

Appoggiate il bicchiere su una superficie con la base verso l’alto e spargete un po’ di colla a caldo.

Pubblicità

Non troppa per evitare che faccia spessore.

Adagiateci quindi sopra la calza e fate in modo che aderisca bene.

Rigirate il bicchiere e ricoprite il bordo con una colla adatta al vetro. Tirate quindi il tessuto con delicatezza per evitare pieghe e incollatelo al bordo.

Aspettate che la colla sia asciutta e ritagliate l’eccesso. Rifinite il bordo con un altro sottile strato di colla.

Fate in modo che il tessuto non vada all’interno per evitare che la fiamma lo bruci.

 

 

Pubblicità

 

Qual è la tua reazione?
Divertito
0
Entusiasta
1
Felice
1
Incerto
1
Innamorato
0
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su