Leggendo Ora
Come arredare in stile retrò la cucina in poche, semplici mosse
Pubblicità

Come arredare in stile retrò la cucina in poche, semplici mosse

Come si fa ad arredare in stile retrò? In realtà è più semplice di quello che si possa pensare.

Senza stravolgere poi così tanto l’arredo già esistente. In questo articolo vi diremo come trasformare la cucina.

L’impresa non si rivelerà nemmeno troppo esosa perché basterà aggiungere qualche particolare retrò. Indubbiamente avrete un’atmosfera in stile più evidente se l’arredo esistente non è marcatamente in stile moderno.

Pubblicità

Ma anche in quel caso potrete certamente ottenere un mix moderno/vintage che personalizzerà ugualmente il vostro spazio!

Se poi cercate suggerimenti perché dovete ristrutturare la stanza allora siete decisamente nel posto giusto!

Come arredare in stile retrò la cucina in poche, semplici mosse

Lo stile a cui ci si ispira è quello degli anni ’50/’60. Le linee non erano ancora squadrate ma al contrario molto arrotondate.

Anche i colori erano preferibilmente morbidi, quindi avanti tutta per i toni pastello. Tuttavia venivano utilizzati molto anche il bianco, il nero e il rosso.

Gli elettrodomestici.

Per quanto riguarda gli elettrodomestici in commercio ne esistono con caratteristiche di ultima generazione ma esteticamente improntati allo stile retrò.

Ricordate la marca Smeg? Ebbene sappiate che è stata riproposta esattamente con il design di allora!

Pubblicità

come arredare in stile retrò

Le pareti.

Allora si usava anche molto la carta da parati. Ovunque. Applicatene una con motivi classici dell’epoca, quindi perfetti i motivi floreali, con foglie e con motivi grafici (alcune avevano effetti ottici bellissimi).

come arredare in stile retrò

Se non volete la carta da parati in cucina (il che avrebbe anche un solido perché), optate per un colore monocromatico, magari pastello.

Oppure utilizzate le maioliche.

Il pavimento.

Se volete il pavimento perfetto, scegliete quello a scacchi!

Pubblicità

come arredare in stile retrò

I pavimenti erano anche di marmo e graniglia ma quello a scacchi rende proprio l’anima dell’epoca.

Il lampadario.

Anche scegliere un lampadario ispirato all’epoca aiuta molto a creare l’atmosfera.

Le linee erano semplici ma se non sapete cosa scegliere, optate per la forma sferica.

Altri elementi di arredo.

Come abbiamo detto all’inizio, non dovete necessariamente stravolgere il vostro arredamento esistente per ottenere un richiamo vintage.

Basterà anche inserire alcuni elementi di arredo come vecchie foto in bianco e nero, targhe vintage come quelle delle pubblicità dell’epoca, un orologio da parete con datario, una lavagna magnetica in stile, insomma, arredate le pareti.

Pubblicità

come arredare in stile retrò

Anche con uno specchio, con cornici d’epoca oppure esponendo servizi di piatti in ceramica decorata o bicchieri di vetro colorati. Appendete tazze dai colori pastello, esponete i classici contenitori in latta e prediligete superfici laccate.

Non serve ricreare il set di Happy Days, con tanto di tavoli e sedie in stile ma basta davvero poco perché lo stile predominante sia quello vintage, anche se avete tavoli e sedie super moderni!

 

Qual è la tua reazione?
Divertito
2
Entusiasta
2
Felice
0
Incerto
0
Innamorato
1
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su