Leggendo Ora
Allarme mercurio: ecco i pesci che ne contengono di più, scoprili con noi!
Pubblicità

Allarme mercurio: ecco i pesci che ne contengono di più, scoprili con noi!

Mercurio: scopri con noi i pesci che ne contengono di più.

Il mercurio presente nella maggior parte dei pesci non rappresenta di solito un rischio per la salute, quindi questo metallo non può essere una scusa per non mangiare pesce.

Non tutti i pesci sono uguali, però. Ce ne sono alcuni che è bene non consumare troppo spesso, perché ne trattengono più di altri. Per facilitarne l’identificazione, l’Organizzazione dei consumatori e degli utenti (OCU) ha fatto analizzare pesci e molluschi e ci ha offerto un elenco di quelli che è bene mangiare con parsimonia.

Pubblicità

Il problema del mercurio consumato attraverso molluschi e pesci è che questo inquinante si accumula nei tessuti con possibili effetti anche gravi, soprattutto neurotossici. Di solito la quantità è piccola e poco pericolosa, ma se il consumo di questo tipo di alimento è abbastanza frequente, si possono avare problemi, soprattutto, come si accennava, al sistema nervoso centrale.

Mercurio: scopri con noi i pesci che ne contengono di più

Il metilmercurio colpisce il sistema nervoso centrale in via di sviluppo, quindi il feto e i bambini piccoli sono i più esposti ai possibili danni derivanti da questo metallo. Sono stati osservati anche effetti sul peso, sulla mobilità e sull’udito. Studi recenti mostrano effetti immuno-tossici sullo sviluppo a basse dosi, ma si ritiene che siano necessarie ulteriori ricerche in proposito.

I 4 pesci che hanno il maggior contenuto di mercurio, la lista!

In generale, più vecchio e grande è il pesce, più mercurio si accumula. I grandi predatori, come per esempio il tonno rosso o il pescespada, ne contengono di più, perché la contaminazione li colpisce risalendo la catena alimentare.

Il pesce spada

È una delle varietà di pesce più consumate in Italia. Gli esperti avvertono che il suo contenuto di mercurio è piuttosto alto. Questo perché è un grande predatore e accumula il mercurio delle sue prede. In media il pesce spada contiene 0,97 milligrammi di mercurio per chilo di peso.

Il tonno rosso

In media contiene 0,38 mg/kg di mercurio.

La cernia

La cernia è un pesce di grandi dimensioni (spesso supera il quintale) ed è considerata molto pregiata e gustosa. Una delle sue particolarità è la capacità di mimetizzarsi con l’ambiente circostante. È ricco di omega 3, proteine e vitamine, ma anche di mercurio, con in media 0,46 mg/kg.

Pubblicità

L’anguilla

Anche in questo caso siamo di fronte a un pesce predatore e in media il suo contenuto di mercurio è di 0,19 milligrammi al chilo.

Articolo revisionato da Maria Di Bianco, Dottoressa in Scienze dell’Alimentazione e della Nutrizione Umana.

 

Qual è la tua reazione?
Divertito
0
Entusiasta
1
Felice
1
Incerto
0
Innamorato
0
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su