Leggendo Ora
Una famosa rivista chiede e spiazza la Ferrero: “Quanti Mon Chéri ci vogliono per ubriacarsi?”
Pubblicità

Una famosa rivista chiede e spiazza la Ferrero: “Quanti Mon Chéri ci vogliono per ubriacarsi?”

Mon Chéri Ferrero

Una famosa rivista chiede e spiazza la Ferrero: “Quanti Mon Chéri ci vogliono per ubriacarsi?”

La domanda ha un po’ l’impertinenza e la sfacciataggine propria degli interrogativi che ci pongono i bambini.

Quanti Mon Chéri ci vogliono per ubriacarsi

Pubblicità

Se i pargoli sono intelligenti, spesso e volentieri i loro quesiti ci spiazzano abbastanza e ci fanno pensare alle cose in modi che non credevamo possibili.

L’interrogativo che ci occupa qui siamo sicuri prima o poi se lo saranno posto in molti, ma in pochissimi avranno pensato di rivolgersi alla Ferrero per avere la risposta.

Già, perché la domanda è intrigante e probabilmente anche fintamente ingenua: quanti Mon Chéri si devono mangiare per ubriacarsi?

Una famosa rivista chiede e spiazza la Ferrero: “Quanti Mon Chéri ci vogliono per ubriacarsi?”

Ora, tutti conoscono il cioccolatino della Ferrero ripieno di liquore alla ciliegia. Non manca mai durante le feste e ci tiene golosa compagnia ormai dal 1956. Si tratta di una reinterpretazione dell’altrettanto celebre Boero, quello che nei bar di una volta ti permetteva di vincerne un altro se imbroccavi l’incarto giusto.

Il suo contenuto in alcol non è secondario. Si tratta di un aspetto di questo cioccolatino che fin dal principio ha diviso i clienti in due opposte “fazioni”: quelli a cui piace e quelli che non lo possono soffrire.

La rivista Slate si è domandata se il liquore che la Ferrero usa per “affogare” la ciliegia possa dare alla testa e ha girato la domanda direttamente alla ditta piemontese (ma ormai di diritto lussemburghese).

See Also

Pubblicità

Ne è venuto fuori un calcolo abbastanza complicato per arrivare a una risposta definitiva. La lista degli ingredienti del Mon Chéri è alquanto semplice: cioccolato, zucchero, ciliegia al 18%, liquore allo sciroppo di glucosio, acqua, alcol, zucchero, aromi. C’è anche un po’ di burro di cacao.

Ora, secondo Slate il liquore dei Mon Chéri avrebbe una gradazione del 13 per cento e in ogni cioccolatino si troverebbero 8 millilitri di alcol per ogni etto di prodotto.

Per guidare la macchina senza paura di essere appiedati dalla stradale il limite è di 0,5 grammi di alcol per litro di sangue. Secondo Slate i Mon Chéri sarebbero in grado di ubriacare se mangiati in numero di almeno 35: il dato è riferito a un adulto maschio di 80 chili di peso. Nel caso di una donna di 60 chili il numero “inebriante” scende a 23, che è sempre un bel trangugiare.

La morale della favola è che il rischio di ubriacarsi coi Mon Chéri è davvero basso, a meno di non essere dei golosi irrecuperabili.

Qual è la tua reazione?
Divertito
11
Entusiasta
4
Felice
2
Incerto
0
Innamorato
1
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su