Leggendo Ora
Scarico intasato | In 10 minuti lo liberi | Il più potente disgorgante naturale!
Pubblicità

Scarico intasato | In 10 minuti lo liberi | Il più potente disgorgante naturale!

Scarico intasato | In 10 minuti lo liberi | Il più potente disgorgante naturale!

E’ capitato a tutti di sentire un cattivo odore salire dalle tubature o di notare che l’acqua impiega più tempo a scendere. Sono dei chiari segnali che i nostri scarichi si stanno per intasare, non sottovalutiamo il problema altrimenti andremo incontro ad un pasticcio ancora più grande.

Scarico intasato? Questo è il rimedio per liberarlo in meno di 10 minuti!

Pubblicità

Scarico intasato? Questo è il rimedio per liberarlo in meno di 10 minuti!

Vediamo come intervenire per evitare che i nostri scarichi puzzino e poi si intasino.

Non trattiamo il lavandino come un tritarifiuti

Purtroppo è abitudine comune gettare nello scarico anche materiali solidi di piccole dimensioni come avanzi di cibo e fondi di caffè in quello della cucina, o capelli e pezzi di sapone in quello del bagno. E’ quasi un gesto automatico, che possiamo evitare prestando attenzione, ma che per lo più compiamo senza quasi accorgercene.

Anche i grassi intasano

Se, quando si tratta di materiali solidi, è più immediato comprendere i danni che possono arrecare allo scarico, nel caso di olio e grasso non sempre pensiamo ai problemi che possono causare facendo da “tappo”  all’interno delle tubature. La loro consistenza fa si che si appiccichino intorno alle condutture e le intasino, rilasciando spesso un pessimo odore.

Per smaltire gli oli esausti, la norma prevede che vengano trasferiti in un contenitore e smaltiti presso un eco-centro.

Raccogliete invece il grasso delle pentole, delle teglie o dei piatti con la carta assorbente prima di lavarli per evitare che scendano nello scolo.

Pulizia periodica per non incorrere in problemi

Anche se siamo attenti a non sporcare troppo le tubature è sempre bene fare delle pulizie periodiche almeno una volta al mese.

In commercio esistono molte soluzioni chimiche, efficaci, certo ma per evitare di inquinare, vi basterà mettere un paio di cucchiai di bicarbonato nel pozzetto, aggiungere tre o quattro bicchieri d’aceto, attendere 15 minuti e sciacquare tutto con una pentola di acqua bollente.

Pubblicità

In ogni caso, almeno una volta all’anno, sarebbe utile chiamare un professionista che faccia una pulizia accurata a tutto l’impianto.

Il rimedio velocissimo

Se siete alla ricerca di un rimedio velocissimo ed infallibile per sturare il lavandino, ricorrete alla soda caustica: versate prima il prodotto all’interno dello scarico, poi abbondante acqua bollente. Il risultato si ottiene velocemente, ma non potete ricorrere a questo metodo frequentemente! Anche se  “Alcuni enti per la tutela dell’ambiente non classificano la soda caustica come un agente inquinante, perché si decompone a contatto con l’acqua e i grassi, è bene sapere che l’Ufficio europeo per le sostanze chimiche ha classificato come “cronica” l’eco-tossicità di questa sostanza per gli organismi acquatici.”

Da ultimo, attenzione al freddo

Per chi abita in zone particolarmente fredde è un’ottima idea quella di isolare le tubature. Le temperature gelide possono ghiacciare l’acqua all’interno degli scarichi e intasarli.

 

Qual è la tua reazione?
Divertito
2
Entusiasta
6
Felice
3
Incerto
6
Innamorato
2
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su