Leggendo Ora
Salviette umidificate: ingredienti tossici nei marchi più famosi, tra cui il leader del settore. Le analisi di Il Salvagente.
Pubblicità

Salviette umidificate: ingredienti tossici nei marchi più famosi, tra cui il leader del settore. Le analisi di Il Salvagente.

Non solo per la prima infanzia, ma anche per l’igiene personale fuori casa, per rinfrescarsi, le salviette umidificate sono un must, particolarmente in estate.

Ma soprattutto se le utilizzare per i vostri piccolini, dovreste porre molta attenzione alla scelta del prodotto.

Da una ricerca condotta da Il Salvagente su marchi famosi della grande e della piccola distribuzione, sono emerse alcune criticità.

Pubblicità

La prima valutazione che la nota rivista telematica ha inteso fare era escludere la presenza di fenossietanolo. Si tratta di un ingrediente che rientra nella categoria dei conservanti, ma potrebbe interferire con il delicato sistema ormonale dei neonati e dei lattanti.

In secondo luogo, sono stati analizzati altri ingredienti quali:

  • l’accoppiata benzolato e acido citrico, ovvero il benzene che può agire sul sistema nervoso;
  • i profumi allergizzanti;
  • il dimethicone (silicone);
  • il disodium Edta, altamente inquinante,
  • il glicole polietilenico (PEG), un allergizzante.

Quali sono i risultati? Scopriamoli insieme!

Salviette umidificate

Salviette umidificate: riscontrati ingredienti problematici anche in marchi famosi. Le analisi di Il Salvagente.

L’analisi ha previsto test di laboratorio sui marchi della grande distribuzione: esenti da tracce di fenossietanolo sono risultati:

  • Huggies,
  • Chicco,
  • Fria,
  • MilMil,
  • Fissan,
  • Equilibra,
  • Fresh&Clean,
  • Pampers.

Ne contengono invece le Nivea Soft&Cream, le Lupilu Comfort della Lidl e Primi anni della Selex nella sua precedente versione, ora rinnovata e deprivata dell’ingrediente problematico.

Non solo, risulta assente anche in:

Pubblicità
  • Esselunga Baby,
  • Conad Baby
  • Coop Crescendo,
  • Todis Gently baby,
  • Carrefour,
  • Eurospin Hello baby.

Ma le salviette sopra riportate (eccezzion fatta per Esselunga e Carrefour) presentano il benzene e profumazioni potenzialmente allergizzanti.

Pur in assenza di fenossietanolo, l’azienda più compromessa con l’uso di ingredienti problematici risulta la Pampers, leader del settore, con le sue tre linee specifiche:

  • Baby-Dry
  • Sole Luna
  • Premium Progressi Sensitive

Il costo per ognuna è differente, ma non certo proporzionale alle aspettative. In tutte e tre le declinazioni di marca sono stati riscontrati Peg, disodium Edta e dimethicone.

Non solo, la Premium vanta al suo interno ingredienti come il bisabololo e la camomilla, emollienti e umettanti che rendono la pelle ancor più permeabile alle sostanze nocive.

Questo quanto riportato da Il Salvagente in merito alla sua ricerca accurata, proprio nell’ottica di guidare il consumatore finale verso un acquisto via via più consapevole.

Qual è la tua reazione?
Divertito
3
Entusiasta
5
Felice
2
Incerto
5
Innamorato
0
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su