Leggendo Ora
Prepari tutto in pochi minuti | Ti basta Una tanica di plastica e della paglia | Coltiva in casa i funghi
Pubblicità

Prepari tutto in pochi minuti | Ti basta Una tanica di plastica e della paglia | Coltiva in casa i funghi

Una tanica di plastica e della paglia per coltivare in casa i funghi: prova!

Ci sono tra noi persone che hanno un vero talento per la coltivazione in casa di fiori, ortaggi o funghi. Altre persone, beh, lo sono un po’ meno. Altre ancora, poi, possono imparare, se ci si mettono con un pochino di impegno.

Se appartieni a quest’ultima categoria, i consigli che trovi qui di seguito per la coltivazione casalinga dei funghi abalone (Pleurotus ostreatus), fanno al caso tuo.

Pubblicità

Il procedimento è abbastanza elementare e anche alquanto veloce nella sua esecuzione. Ci basterà riciclare dei boccioni per l’acqua, della paglia, i semi per i funghi, un taglierino e un paio di forbici.

Vediamo più da vicino come si fa.

Una tanica di plastica e della paglia per coltivare in casa i funghi: prova!

Il procedimento

La prima cosa è mettere la paglia in una pentola bella capace. La pressiamo sul fondo, poi la copriamo con dell’acqua, copriamo la pentola e la facciamo bollire per una mezzora.

Intanto che la paglia va, ci dedichiamo ai nostri boccioni dell’acqua. Dovremo averli in precedenza lavati e asciugati. Adesso ne leviamo il tappo e con un taglierino ne portiamo via la base.

Ora con le forbici pratichiamo dei piccoli tagli sul corpo dei boccioni. Sarà grazie a questi tagli orizzontali che poi assicureremo i funghi al substrato che avremo ricavato dai boccioni medesimi.

A questo punto, passata la mezz’ora necessaria, recuperiamo la paglia bollita e la deponiamo sopra una teglia per farla raffreddare. Una volta che sarà completamente fredda, la inseriamo nei varchi che abbiamo praticato nei boccioni, assieme alle spore dei funghi e alternando gli strati.

Pubblicità

Quando abbiamo finito di alternare paglia e semi per i funghi, con del nastro adesivo (scotch) richiudiamo ben bene tutti i boccioni.

A questo punto i boccioni così “trattati” li mettiamo da parte e poi li annaffiamo con dell’acqua.

Se tutto è stato fatto nella maniera giusta, passata una settimana dovremmo notare un cambiamento evidente nella paglia, dato che i semi dei funghi avranno cominciato a “germogliare”.

Trascorse due settimane, potremo finalmente vedere i nostri funghi uscire dai tagli nei boccioni che avevamo praticato all’inizio proprio a questo scopo.

Non avremo da fare altro che raccoglierli, con nostra grande soddisfazione. Pensateci: potrete raccogliere dei funghi senza neanche mettere il naso fuori di casa.

Buon lavoro e buon divertimento!

Qui appresso potete chiarirvi eventuali dubbi con un video di tutto il procedimento.

Pubblicità

 

 

Qual è la tua reazione?
Divertito
1
Entusiasta
2
Felice
0
Incerto
0
Innamorato
0
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su