Leggendo Ora
Nichel: E’ pericoloso e fa ingrassare. L’elenco completo degli alimenti che lo contengono.
Pubblicità

Nichel: E’ pericoloso e fa ingrassare. L’elenco completo degli alimenti che lo contengono.

Nichel: E’ pericoloso e fa ingrassare. L’elenco completo degli alimenti che lo contengono.

Il nichel è un metallo pesante bianco-argenteo e altamente resistente all’aria e all’acqua. Questo metallo si ritrova in pentole, posate, contenitori alimentari, oggetti di bigiotteria e gioielleria, monete, attrezzature metalliche varie (chiavi, occhiali, maniglie della porta ecc.), ma anche nei cosmetici, detergenti, fertilizzanti chimici, coloranti, smalti e tinture.

Il nichel può causare nei soggetti sensibili la dermatite allergica da contatto (Dac), ma recentemente è stata osservata anche una sindrome sistemica da allergia al nichel (Snas), caratterizzata dall’insorgenza di sintomi generalizzati come cefalea, orticaria, prurito, dolori addominali, diarrea o costipazione, rinite e asma che sono collegati all’ingestione di questo metallo attraverso gli alimenti.

Pubblicità


La sensibilizzazione al nichel avviene per contatto cutaneo o mucoso di tutti gli oggetti, i materiali ed alimenti che lo contengono.
Addirittura gli apparecchi ortodontici, le protesi ortopediche e cardiache e i telefoni cellulari sono fonti di nichel.

Le categorie professionali più a rischio sono quelle dei parrucchieri, meccanici, alimentaristi, musicisti e del personale sanitario in genere, senza dimenticare le casalinghe.

La dermatite nickel sistemica dà luogo alla formazione di un eczema zonale confinato alle zone cutanee a stretto contatto con questo metallo. Una prova piuttosto semplice per rilevare la presenza di nichel negli oggetti è lo spot test alla dimetilgliossima, mentre per la diagnosi di sensibilità al nichel si ricorre al patch test.
In conclusione una corretta alimentazione è fondamentale per chi soffre di tale allergia.

Nichel: E’ pericoloso e fa ingrassare. Ecco l’elenco completo degli alimenti che lo contengono.

Stando ad alcuni studi, condotti dai ricercatori dell’Università di Chieti presso il Laboratorio della Croce Rossa in Roma (Unità di Immunologia clinica e Allergologia) su un campione di 87 soggetti (72 donne e 15 uomini), l’allergia al nichel può essere uno dei fattori di rischio per obesità e sovrappeso, steatosi epatica (fegato grasso) e la sindrome da insulino-resistenza.
Infatti il 59% del campione, soprattutto donne in menopausa, con un indice di massa corporea superiore a 26 (sovrappeso) era anche allergica al nichel.

Le persone affette da intolleranza o allergia al nichel dovrebbero ridurre notevolmente il consumo di nichel attraverso gli alimenti che non dovrebbe superare i 250 µg al giorno. Purtroppo il nichel si ritrova in molti alimenti e bisogna rivolgersi a un medico o a uno specialista per le indicazioni sulla dieta da seguire.

Gli alimenti che presentano un alto contenuto di nickel sono:

Aragoste e scampi, gamberi e gamberetti, ostriche e cozze, funghi, cioccolato, nutella, fagioli, lenticchie, soia e piselli, cavolo, porri e carote, lattuga pomodori e spinaci, grano saraceno, liquirizia, datteri e fichi, ananas, prugne, lamponi, arachidi e nocciole, birra, muesli e altri cereali da colazione, prodotti conservati in confezioni metalliche.

Pubblicità

Gli alimenti permessi invece sono: carne, pesce (tranne le aringhe), uova, latte, yogurt, burro, caffè, formaggi, riso, farina (eccetto quella di grano integrale e di mais), frutta fresca (ad eccezione delle pere), marmellate in vetro, patate di media grandezza e piccole quantità di cavolfiore e cetrioli.

Articolo revisionato dalla Biologa Nutrizionista Maria Di Bianco

Qual è la tua reazione?
Divertito
6
Entusiasta
8
Felice
6
Incerto
10
Innamorato
2
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su