Leggendo Ora
Arrosto di pollo fatto in casa: la ricetta buona e salutare
Pubblicità

Arrosto di pollo fatto in casa: la ricetta buona e salutare

Arrosto di pollo fatto in casa: la ricetta buona e salutare

Arrosto di pollo fatto in casa: la ricetta buona e leggera. La ricetta che ti presentiamo oggi è abbastanza semplice da fare ma è un piatto veramente ottimo per chi è a dieta ma anche per i bambini. È a base di pollo e ha un gusto delicato.

Arrosto di pollo fatto in casa

Vediamo gli ingredienti e la preparazione.

Pubblicità

Arrosto di pollo. Gli ingredienti

Ti occorrono: un chilo di polpa di pollo (filetto); otto cosce di pollo; due spicchi d’aglio; quanto basta di sale e pepe; quanto basta di paprika dolce o piccante a secondo se ci sono bambini o no.

Per il brodo

Le ossa delle cosce; mezza cipolla, 1 costa di sedano e una carota

La preparazione

La prima cosa è tagliare i filetti di pollo in pezzi un po’ più piccoli, anche se non minuscoli. Poi si sminuzza tutto quanto col coltello fino a che la carne non risulta come una specie di macinato, anche se molto grosso.

 

Questa carne tagliata al coltello si passa poi in una boule bella grande e si mette da parte. Adesso infatti è il momento di occuparsi delle cosce di pollo, cui va tolta la pelle e che vanno accuratamente disossate. Le ossa ci serviranno per il brodo.

Ciò che rimane delle cosce di pollo si taglia poi a tocchetti e poi si trita al coltello come abbiamo fatto con il filetto, dopodiché si aggiunge al filetto tritato.

Pubblicità

Adesso si pensa al brodo. Si versa un litro d’acqua sulle ossa  delle cosce di pollo si aggiungono la cipolla, il sedano e la carota e si mette sul fuoco: il tutto dovrà cuocere per un mezzora abbondante a partire da quando l’acqua inizia a bollire.

Quando il brodo è cotto, si condisce la carne tritata con pepe e sale, nonché due spicchi d’aglio passati nel tritatutto. Quindi si versano sulla carne 160 millilitri di brodo e si amalgama la carne con le mani.

Quando si è un po’ asciugata, si copre con della pellicola e si mette in frigo per un paio di ore se non abbiamo fretta può insaporire per bene  per una nottata. Passata la nottata (o qualche ora) si riprende la carne dal frigo e con un coltello si apre un sacchetto da forno di misura grande e ci si sparge sopra la paprika: servirà a dare colore al nostro “salame”.

Adesso si divide la carne in due parti e si dà forma a due “salami” di circa quattro o cinque centimetri di diametro. Se ne arrotola uno con l’aiuto dei sacchetta da forno o della cartaforno e si chiudono le estremità a mo’ di caramella, dopodiché le stesse estremità si legano con lo spago, che poi useremo per legare anche il salame di pollo come fosse un vero salame.

Si fa la stessa cosa con l’altra metà della carne e poi si cuociono i due salami: uno al forno e l’altro in pentola. Quest’ultimo, coperto d’acqua, dovrà cuocere per un’ora a partire dal momento in cui l’acqua bolle, mentre l’altro dovrà stare in forno a 180 gradi, anch’esso per un’ora.

Pubblicità

Buon appetito!

 

Qual è la tua reazione?
Divertito
1
Entusiasta
1
Felice
0
Incerto
2
Innamorato
0
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su