Leggendo Ora
Arance candite al forno: la meraviglia dell’inverno
Pubblicità

Arance candite al forno: la meraviglia dell’inverno

Arance candite al forno: la meraviglia dell’inverno

Le arance candite sono magnifiche, non solo da assaporare, come è ovvio che sia, ma anche come decorazione casalinga: appese alla finestra lasciano trasparire un incredibile bagliore arancione che illuminerà la stanza, emanando un delizioso profumo agrumato.

Semplicissime da realizzare, si conservano per tutto l’anno, ma è questo il periodo migliore per realizzare queste chicche. Potrete utilizzarle anche per impreziosire le vostre torte, i vostri cupcakes, li trasformerete in piccoli capolavori. Ovviamente il consiglio imprescindibile resta quello di utilizzare arance biologiche e non trattate perché anche la buccia è commestibile.

Prima di passare alla ricetta vera e propria, è bene precisare che è opportuno:

Pubblicità
  • tagliare le arance a fette piuttosto spesse, perché di restringeranno molto durante l’essiccazione,
  • eliminare quanto più succo possibile adagiandole sulla carta assorbente,
  • asciugarle all’aria, una volta sfornate, per prosciugare l’eccesso di zucchero rilasciato e renderle meno appiccicose,

Curiose di sapere come procedere? Iniziamo!

Arance candite al forno: la meraviglia dell’inverno

Arance candite: ingredienti e preparazione

Per questa ricetta procuratevi:

  • arance biologiche non trattate, 2

Preriscaldate il forno a 85°C in modalità ventilata.

Foderate la leccarda con la carta apposita.

Lavate con cura le arance sotto al getto del rubinetto e asciugatele benissimo. Tagliatele a fette di circa 8 mm di spessore.

Adagiatele sulla carta assorbente e tamponatele con attenzione, quindi disponetele sulla placca e infornatele per circa 3 ore. Controllatele di tanto in tanto, dopo un’ora circa rigiratele e proseguite la cottura.

Pubblicità

Al termine, spegnete il forno e lasciatele raffreddare al suo interno prima di estrarle.

Infine riponetele in un contenitore ermetico, se ben conservate dureranno a lungo.

Ovviamente sono commestibili, senza pericolo alcuno, buccia compresa. Tenetele al riparo dall’aria per mantenerle inalterate per mesi e mesi.

Se, con il tempo, notate un cambiamento nel loro colore, potrete utilizzarle per farne un pot-pourri perché inondano la casa di un profumo incredibile.

Insomma, sono spettacolari sempre, e senza zucchero, quindi abusatene!

Qual è la tua reazione?
Divertito
0
Entusiasta
0
Felice
0
Incerto
0
Innamorato
0
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su