Leggendo Ora
Zuppa di lenticchie: abbassa colesterolo e glicemia ed è buona!
Pubblicità

Zuppa di lenticchie: abbassa colesterolo e glicemia ed è buona!

Zuppa di lenticchie: abbassa colesterolo e glicemia ed è buona!

Anche se non sei vegetariano o vegano, ogni tanto non è male sospendere il consumo di carne. Rivolgersi alle proteine vegetali permette all’organismo di ridurre i livelli di colesterolo e di zucchero nel sangue.

Ma non solo: con le sue fibre migliora la digestione, rafforza il sistema immunitario, può prevenire alcune malattie e in generale disintossica.

Pubblicità

Zuppa di lenticchie: abbassa colesterolo e glicemia ed è buona!

Consumare più frutta e verdura aumenta l’assunzione di vitamine e sali minerali e combatte la ritenzione idrica (che può causare infiammazioni), grazie all’apporto di potassio e fibre.

La ricetta che ti suggeriamo qui appresso è pensata per sfruttare appieno tutti questi benefici di una dieta senza carne.

Vediamola.

Gli ingredienti

Ci occorrono: 300 grammi di lenticchie; quattro o cinque foglie di cavolo verza; tre carote; due pomodori; due patate medie; una cipolla grande; un filo d’olio extravergine d’oliva; uno spicchio d’aglio; qualche foglia di alloro; quanto basta di sale e pepe.

La preparazione

In primis si lavano per bene le verdure e le lenticchie, poi si puliscono e si tagliano a tocchettini molto fini.

Quindi si prende una casseruola piuttosto capace e ci si versa un filo d’olio. Si aggiungono le carote e si fanno soffriggere a fiamma bassa. Dopo un paio di minuti si aggrega la cipolla e poi si aggiusta con un nonnulla di sale. Si lascia andare per un due minuti fino a che la cipolla prende colore.

Pubblicità

A questo punto si aggiungono anche le patate e l’aglio. Si fa andare avanti ancora per qualche minuto fino a che le verdure non prendono colore. Dopodiché si abbassa la fiamma e si uniscono i pomodori tagliati a cubetti, insieme all’alloro e ovviamente alle lenticchie.

Da qui in poi bisogna mescolare di continuo, se no c’è caso che le verdure si attacchino e si brucino. Dopo un minuto di cottura (o comunque in caso la zuppa si asciughi troppo) si allunga con dell’acqua e si fa andare avanti a fuoco medio per una ventina di minuti con la pentola semicoperta. Verso la fine di questo tempo è opportuno verificare la cottura e anche il sale.

Il cavolo verza si deve mettere alla fine, quando mancano più o meno tre minuti alla conclusione della cottura.

Prima di servire in tavola, è bene lasciare riposare per qualche minuto.

Buon appetito!

Articolo revisionato da Maria Di Bianco, dottoressa in scienze dell’alimentazione e della nutrizione umana.

 

Qual è la tua reazione?
Divertito
0
Entusiasta
7
Felice
2
Incerto
1
Innamorato
1
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su