Leggendo Ora
Zeppoline di ricotta senza lievitazione: una vera delizia!
Pubblicità

Zeppoline di ricotta senza lievitazione: una vera delizia!

Zeppoline di ricotta senza lievitazione: una vera delizia!

Questa ricetta ha origini siciliane e il suo nome storico è quello di cutumè. Croccanti fuori e morbide dentro, queste zeppoline sono un dolce tipico di questa regione e viene servito a mucchietto sul quale viene poi eseguita una colata di miele. Un gusto superbo che viene esaltato dalla presenza della ricotta nell’impasto. Proseguendo con la lettura troverete l’elenco degli ingredienti che dovrete utilizzare per eseguire al meglio questa ricetta sicula.

Zeppoline di ricotta senza lievitazione: una vera delizia!

Ingredienti

  • 250 g Ricotta (vaccina o di pecora)
  • 200 g Semola di grano duro rimacinata
  • 1 cucchiaio Zucchero
  • 1 pizzico Cannella
  • 2 Uova

Per la finitura

  • 400 ml Olio di semi di arachide
  • 200 g Miele millefiori
  • 1 Scorza d’arancia

Procedimento

Prendete una terrina e mettete la ricotta. Lavoratela con le fruste da cucina manuali poi aggiungete la farina, le uova, lo zucchero e la cannella. Proseguite con la lavorazione fino a quando gli ingredienti non si saranno ben amalgamati e poi ricoprite la terrina con la carta pellicola da cucina e fate riposare l’impasto per circa due ore nel frigorifero.

Pubblicità

Fate ammorbidire il miele nel microonde o a bagno maria, poi prendete un pentolino e versate all’interno l’olio di arachidi. Prendete l’impasto dal frigorifero e, dopo aver unto le mani con l’olio di oliva, prelevatene delle parti e formate delle palline. Su ognuna di esse, praticate un foro e poi fatele cuocere nell’olio bollente fino a quando non le vedrete diventare dorate.

Preparate poi un piatto da portata foderandolo nella parte superiore con la carta assorbente da cucina. Adagiate man mano le frittelle che state preparando. Una volta terminata questa operazione, spostate le frittelle in una ciotola di grandi dimensioni e versateci sopra il miele che avete precedentemente ammorbidito. Grattugiate sopra la scorza d’arancia e portate in tavola.

Se volete potete anche decorare la ciotola con tovaglioli rossi e qualche rametto di agrifoglio, visto ormai l’imminente arrivo del Natale. Questo dolce sarà sicuramente un vero successo e i vostri ospiti non lasceranno nemmeno le briciole. Buon appetito.

 

Qual è la tua reazione?
Divertito
1
Entusiasta
5
Felice
2
Incerto
1
Innamorato
1
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su