Leggendo Ora
Rosmarino: mai più secco. I trucchi dei giardinieri per averlo rigoglioso!
Pubblicità

Rosmarino: mai più secco. I trucchi dei giardinieri per averlo rigoglioso!

Rosmarino: mai più secco. I trucchi dei giardinieri per averlo rigoglioso!

Il rosmarino è una delle piante aromatiche più usate in cucina, ma anche per la salute e la bellezza. Se avete un terreno in campagna, avete sicuramente più facilità a coltivare questa pianta, poiché cresce quasi spontaneamente. Se abitate in città, potete piantarlo nei vasi, ma è più difficile mantenerlo in salute.

Pubblicità

Rosmarino: mai più secco. Il trucco dei giardinieri per averlo rigoglioso!

Il rosmarino ha bisogno di luce naturale diretta, ma se il sole picchia forte la pianta non deve rimanere troppo tempo esposta ai raggi, perché c’è il rischio che le foglie si brucino.

Nei periodi di canicola è meglio trovare un angolo semi soleggiato, con lunghi momenti in ombra; nei periodi medio-caldi o freddi, invece, sarà opportuno un posto con quanto più irraggiamento possibile.

La temperatura

Il rosmarino può adattarsi sia al caldo sia al freddo. ma in realtà il clima giusto sarebbe quello temperato e caldo. Difficile che possa resistere a grandinate, gelate e improvvisi cali di temperatura.

Umidità

Originaria dell’intera area del Mar Mediterraneo e quindi avvezza anche alla siccità, questa pianta non necessita di grande umidità e sarà sufficiente la normale innaffiatura.

Può crescere bene anche in vaso, ma è meglio piantarla direttamente nel terreno, dove avrà lo spazio per essere molto più rigogliosa.

Annaffiare il rosmarino: quanto, quando e come

Un’altra cura importante del rosmarino è l’irrigazione, che va dosata bene. Nonostante esistano diversi sistemi,  per piante a terra o in vaso, il più indicato per la cura delle erbe aromatiche come è quello a goccia, che permette di controllare molto bene che l’acqua sia in quantità adeguata, mai eccessiva.

In ogni caso è anche assai importante un buon drenaggio, perché se il rosmarino si impregna eccessivamente  può morire. Quando si trapianta in vaso ci si dovrà assicurare di usare una miscela di terriccio adatta e di collocare alcuni sassi sul fondo vicino ai fori, per fare in modo che l’acqua filtri bene e non rimanga intrappolata affogando le radici.

Pubblicità

Foglie e fiori secchi e gialli del rosmarino, ecco cosa fare!

È consigliabile potare il rosmarino quando si vede che ha foglie e fiori secchi o giallastri, quando cresce poco o quando ha delle parti infestate dai parassiti, tipo afidi o cocciniglie.

L’ideale è aspettare la fine della fioritura per farlo e recidere appena sotto la parte che deve essere rimossa, evitando di eliminare i rami sani.

Buon pollice verde!

 

Qual è la tua reazione?
Divertito
12
Entusiasta
43
Felice
18
Incerto
26
Innamorato
6
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su