Leggendo Ora
Riciclare olio di frittura avanzato, guarda cosa ci puoi fare!
Pubblicità

Riciclare olio di frittura avanzato, guarda cosa ci puoi fare!

Se cerchi un modo per riciclare l’olio di frittura avanzato in questo articolo lo troverai e di sicuro ti sorprenderà.

Immagineresti mai che possa diventare addirittura un elemento decorativo?

Se la risposta è no allora continua a leggere!

Pubblicità

Riciclare olio di frittura avanzato per farne candele

Salvo che tu non sia uno/a di quelli/e che gettano l’olio usato negli scarichi di casa, saprai certamente come e dove smaltirlo.

Questa volta invece di farlo (e, se appartieni alla prima categoria citata, contribuire all’inquinamento del pianeta), usalo in questo modo.

L’olio (lasciato riposare per 6-7 ore) lo hai già, deve riempire circa i 2/3 (i due terzi) del contenitore scelto. Procurati:

  • stoppini (si trovano facilmente in commercio, a bobina e non);
  • cera di soia (per 400 g di olio esausto sono necessari 103 g circa di cera di soia);
  • vasetti/bicchierini/giare;
  • olio essenziale a scelta.

Se avete bambini piccoli in casa, questo può rivelarsi un modo assai creativo di riutilizzare i vasetti degli omogeneizzati.

Prepara gli stoppini nei contenitori

Scelti i contenitori, o uno solo di maggiore dimensione, arrotola qualche cm (almeno 4 o 5) dello stoppino ad una matita/penna (il sostegno) ed infilalo nel contenitore.

Se usi uno stoppino già tagliato a misura (quelli che hanno già la base) come sostegno utilizza una molletta da bucato.

Pubblicità

Appoggia quindi il sostegno sulla bocca del contenitore e lascia pendere lo stoppino sulla base del vasetto, che dovrà comunque toccare.

Non tagliare subito lo stoppino.

Filtra l’olio

L’olio è certamente sporco dai residui del cibo fritto, perciò armati di pazienza e filtralo il numero di volte necessario per eliminare quei residui.

Sciogli la cera

Sciogli la cera di soia a bagnomaria, in un contenitore grande abbastanza per unirci successivamente l’olio filtrato.

Unisci tutto e versa negli “stampi”

Una volta sciolta la cera, versaci l’olio poco alla volta e mescola. Non togliere il contenitore dall’acqua calda (a fiamma spenta) finché non avrai terminato di incorporare i due ingredienti.

Unisci alcune (anche 15-20) gocce dell’olio essenziale che preferisci, mescola ancora e togli dall’acqua calda.

See Also

Pubblicità
Versa negli stampi

Versa nei contenitori (o nel contenitore) la cera mista all’olio della frittura filtrato e alle gocce di olio essenziale, facendo attenzione a far rimanere lo stoppino in posizione centrale e a non riempire oltre i 2/3 del contenitore.

Lascia che tutto si solidifichi per bene (ci vorranno 2-3 ore, puoi anche mettere in frigo una volta raffreddato per accelerare).

Solidificato, lascia riposare per altre 24 ore e solo trascorso questo tempo taglia lo stoppino a misura.

Fatto ciò goditi la tua, o le tue, nuova candela/e!

 

 

 

Pubblicità
Qual è la tua reazione?
Divertito
1
Entusiasta
4
Felice
0
Incerto
3
Innamorato
0
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su