Leggendo Ora
Polpette di patate, peperoni e piselli: il secondo svelto e appetitoso
Pubblicità

Polpette di patate, peperoni e piselli: il secondo svelto e appetitoso

Polpette peperoni, piselli e patate. Stanca delle solite polpette di carne? Sì? Allora le polpette che ti proponiamo qui di seguito fanno proprio al caso tuo.

Sono ghiotte e appetitose e possono costituire un secondo gustoso, ma anche un antipasto che si può abbinare alla grande con svariati aperitivi.

Pubblicità

Prepararle è piuttosto semplice: non avrai bisogno di chissà quali abilità da chef, anzi. Ma non solo: sappiamo che bambini e polpette vanno molto d’accordo, sicché questo stuzzicante secondo può anche funzionare da “strategia” per far mangiare le verdure ai pargoli.

Ma veniamo finalmente alla ricetta, al solito distinta tra ingredienti e preparazione.

Polpette peperoni, piselli e patate: il secondo svelto e appetitoso

Gli ingredienti

Per le polpette propriamente dette occorrono: mezzo chilo di di patate; due peperoni; 40 grammi di parmigiano reggiano; 150 grammi di piselli (quelli in barattolo); quanto basta di sale e prezzemolo.

Per impanare le polpette, invece, solo due ingredienti: pan grattato e farina doppio zero quanto basta.

La preparazione

Si comincia con le patate. Le puliamo con cura e poi le mattiamo a sbollentare in acqua per una quarantina di minuti. Dopodiché, quando sono cotte, ci si munisce di uno schiacciapatate e si riducono alla consistenza di una purea.

Poi ci si dedica ai peperoni. Si puliscono, si privano del picciolo, si tagliano e si liberano delle parti filamentose che racchiudono all’interno. Poi si sciacquano sotto l’acqua corrente e si fanno a pezzetti piuttosto piccoli.
Quindi si prende una padella e ci si mette a scaldare una buona quantità di olio extravergine d’oliva. Quando l’olio arriva a temperatura, si buttano in padella i peperoni, si aggiusta di sale e si fa andare fino a che i tocchettini rossi e gialli non si sono ammorbiditi.

A quel punto bisogna metterli da parte e farli freddare, dopodiché si prende una boule abbastanza grande e ci si versano le patate, i peperoni cotti, i piselli, quanto serve di sale, un po’ di parmigiano reggiano, il prezzemolo e un uovo.

Si impasta tutto con una forchetta (e poi con le mani) fino a ottenere un  composto vellutato e compatto. A questo punto non c’è che da dare forma alle polpette, quindi si passano nella farina e nell’uovo sbattuto (aggiustato di un pizzico di sale) e alla fine nel pangrattato.

Pubblicità

Arrivati fin qua, non rimane che chiudere in bellezza con la cottura in forno preriscaldato a 180 gradi per circa 25 minuti. Ma se preferisci una modalità di cottura meno salutare ma più sfiziosa, puoi scegliere la frittura in olio bollente per un  cinque o sei minuti.

Prima di servirle in tavola, asciuga le polpette sopra della carta da cucina.

Buon appetito!

 

Qual è la tua reazione?
Divertito
1
Entusiasta
1
Felice
1
Incerto
1
Innamorato
0
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su