Leggendo Ora
Carne morbida come il burro, ecco il segreto che ti manca
Pubblicità

Carne morbida come il burro, ecco il segreto che ti manca

Carne morbida come il burro, ecco il segreto che ti manca

Se la carne riesce dura. Può succedere di non avere molto tempo per cucinare e allora che si fa? Ma è semplice, si cuoce un bel pezzo di carne e il problema è risolto. Se non vi viene l’acquolina in bocca al pensiero di una bella bistecca con contorno di patatine, probabilmente è perché siete vegani, sia detto senza offesa alcuna.

Carne morbida come il burro

Pubblicità

 

Insomma, la carne è svelta da cuocere e buona da mangiare. Di solito, almeno. Già, perché qualche volta nonostante ci mettiamo la nostra massima attenzione non c’è verso, riesce dura e coriacea, ai limiti dell’immangiabile.

Ebbene, se la tua ciccia risulta stopposa e difficile da masticare, vuol dire che stai sbagliando qualcosa. Vediamo insieme quale può essere l’errore che rovina le tue bistecche e le tue cene.

Carne morbida come il burro, ecco l’errore da non fare

Anche se la nostra gastronomia non è centrata sulla carne, come possono esserlo quelle del Nord Europa o degli Stati Uniti, pure da noi esiste una solida tradizione di piatti a base di carne: alla griglia, stufata, al forno e con mille contorni.

Insomma, anche noi italiani in genere sappiamo come trattare al meglio la carne. Non tutti, però. E soprattutto non tutti hanno tempo e inclinazione di frequentare scuole di cucina e chef più o meno stellati. Ne consegue che qualche volta la cottura della carne può venire male. Vediamo perché.

Se la carne riesce dura: c’entra un certo Maillard

Il punto è che prima di cuocerla la carne va preparata in un certo modo. Non è sufficiente sbatterla in padella e via. In effetti uno degli errori più banali è mettere a cuocere la fettina prendendola direttamente dal frigo e senza che la piastra o la padella siano calde abbastanza.

Questo determina la fuoriuscita dei succhi, che invece di rimanere dentro la carne donandole sapore e morbidezza si disperdono sul fondo della padella, col risultato che la carne rimane come una suola.

Pubblicità

Due regole

Sempre cuocere la carne a temperatura ambiente, mai direttamente dal frigo. E in secondo luogo sarebbe ottimo cuocerla sempre sopra una bella piastra rovente, così che lo shock termico faccia in modo da sigillare i succhi dentro alla bistecca o quello che è.

Stiamo parlando della cosiddetta reazione di Maillard, che è il fenomeno per cui il suddetto “schiaffo” termico produce il formarsi di una crosticina deliziosa all’esterno della carne, che è ciò che impedisce ai succhi di fuoriuscire e regala sapore e consistenza deliziosi alla nostra carne.

 

Qual è la tua reazione?
Divertito
0
Entusiasta
0
Felice
0
Incerto
0
Innamorato
0
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su