Leggendo Ora
Baccalà alla napoletana: porta in tavola la tradizione partenopea!
Pubblicità

Baccalà alla napoletana: porta in tavola la tradizione partenopea!

Baccalà alla napoletana: porta in tavola la tradizione partenopea!

Baccalà alla napoletana: porta in tavola la tradizione partenopea! Il piatto che ti presentiamo oggi appartiene alla tradizione della capitale del Sud e può inserirsi benissimo nel menù del cenone di Natale.

Si tratta di un sontuoso e delizioso baccalà cucinato con le patate, le olive nere e i pinoli.

Ma veniamo alla ricetta.

Pubblicità

 

Gli ingredienti

Per quattro porzioni ci occorreranno: quanto basta di capperi; due spicchi di aglio; 800 grammi di baccalà; quanto basta di olio extravergine; 50 grammi di olive nere; origano q.b.; 800 grammi di patate; 20 grammi di pinoli; 700 grammi di pomodori pelati; quanto basta di sale; 50 grammi di uvetta.

La preparazione

La prima cosa è dissalare il baccalà lavandolo sotto un getto di acqua fredda e lasciandolo ammollo per un paio di giorni: l’acqua però va cambiata almeno un paio di volte al giorno.

Adesso si prende un tegame e ci si versa un filo d’olio, dopodiché si aggiungono gli spicchi d’aglio e la polpa di pomodoro e si mette sul fuoco.

Poi si aggiungono l’uvetta, che avremo in precedenza ammollato, i pinoli, i capperi e le olive a pezzettini. Quindi si aggiusta di sale e si fa andare aggiungendo un po’ di acqua ogni tanto, così da allungare il sugo.

A questo punto si accende il forno impostandolo a 180 gradi.

Pubblicità

Frattanto provvederemo a spellare il baccalà e tagliarlo a pezzi, che poi vanno strizzati leggermente e messi a friggere per un quattro o cinque minuti per parte in olio di oliva.

A questo punto si pelano le patate e si fanno a spicchi. Quando il baccalà sarà cotto, lo si metterà insieme alle patate in una teglia bella capiente e sopra verseremo il sugo.

La teglia deve essere abbastanza capace da permettere agli ingredienti di non sovrapporsi.

L’ultimo tocco è un filo di olio a crudo e una spolverata di origano, dopodiché si può infornare per tre quarti d’ora, cinquanta minuti.

Buon appetito!

 

Qual è la tua reazione?
Divertito
0
Entusiasta
3
Felice
3
Incerto
1
Innamorato
1
Vedi Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

DonnaUp è un magazine redatto dalle donne per le donne. Strizza gli occhi prevalentemente ai temi cari al mondo femminile, quali la bellezza, il benessere, il mondo fashion, il lifestyle, lo spettacolo e, last but not least, il food.

© 2020 DonnaUp. Tutti i diritti riservati.

← Torna Su